Bollette e Covid: gli aiuti dell’Italia e dei Paesi Ue a famiglie e imprese per energia, gas e Internet

Nella nuova Manovra Draghi da 32 miliardi sono previsti anche 600 milioni di euro di riduzione delle bollette. Ecco tutti gli aiuti Ue a cittadini e aziende

Forse non tutti sanno che nella nuova Manovra Draghi da 32 miliardi sono previsti anche 600 milioni di euro di riduzione delle bollette, oltre ad una riduzione del canone Rai del 30% per tutto l’anno. Gli sconti applicati ai consumi luce sono riservati alle piccole e medie imprese, in cui sono ricomprese anche quelle con un contratto di potenza superiore a 3 kW.

Riduzione delle bollette e Bonus elettrico

L’ARERA, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, ha stabilito i tagli per 3 mesi, da aprile e giugno 2021. Le utenze interessate dalla riduzione sono quelle connesse in bassa tensione diverse dagli usi domestici, e lo sconto riguarda il trasporto, la gestione del contatore e gli oneri generali di sistema.

Per quanto riguarda le famiglie, invece, esiste il cosiddetto Bonus elettrico per coloro che si trovino in particolari condizioni di disagio economico o fisico. Il contributo consiste in uno sconto in bolletta e i requisiti per averlo sono, alternativamente:

  • appartenere ad un nucleo familiare con ISEE non superiore a 8.265 euro
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e ISEE non superiore a 20mila euro
  • appartenere ad un nucleo familiare in cui sia presente un titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Ma cosa è stato fatto in Italia durante un anno di pandemia per aiutare famiglie e imprese a sostenere i costi dell’energia? Le restrizioni e le limitazioni dovute al Covid non solo hanno cambiato le nostre abitudini, ma hanno pesato fortemente su famiglie e imprese in un momento già di per sé estremamente delicato.

Covid e bollette, gli aiuti dell’Italia

Le famiglie italiane purtroppo non hanno goduto di particolari incentivi per la bolletta elettrica e del gas durante la crisi pandemica.

Stando a quando riportato in un nuovo studio di Selectra, servizio che confronta e attiva le offerte di luce, gas e internet per aziende e privati, e che ha analizzato in tutta Europa i sostegni ai pagamenti delle utenze durante la pandemia, ecco cosa è stato fatto in Italia:

  • sospensione delle bollette per 2 mesi nelle zone più colpite dalla prima ondata di Coronavirus nella primavera 2020, ma in seguito ne è stato comunque richiesto il saldo
  • sospensione da parte di alcune aziende private dei pagamenti per luce e gas a tutto il territorio italiano e offerta di iniziative e riduzioni speciali
  • divieto di staccare luce e gas per morosità, rimasto in vigore per 2 mesi ma non rinnovato in seguito
  • taglio in bolletta per 3 mesi (maggio-luglio 2020) per le piccole e medie imprese, che hanno così potuto risparmiare dal 15 all’80% sui costi fissi delle utenze, a seconda della potenza del contatore
  • Bonus Pc fino a 500 euro per le famiglie con un reddito basso per rimanere connessi, facilitare lo smart working e la didattica a distanza per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

E gli altri Paesi Ue come si sono comportati a tutela di famiglie e imprese durante la pandemia?

Covid e bollette, gli aiuti della Francia

In Francia, ecco cosa è stato deciso:

  • possibilità per le piccole imprese costrette a restare chiuse di chiedere il posticipo dei pagamenti sia per le bollette di luce e gas che per l’affitto fino al termine dell’emergenza Covid
  • iniziative singole da parte dei fornitori di energia con sconti o forniture alle economicamente “fragili” (i clienti domestici invece non hanno ricevuto dallo Stato alcun aiuto speciale per il pagamento delle bollette).

Covid e bollette, gli aiuti della Spagna

La Spagna ha adottato queste misure:

  • da marzo 2020 divieto per qualsiasi motivo diverso dalla sicurezza di interrompere la fornitura di servizi (elettricità, gas o acqua) alle proprietà elencate come “luoghi di residenza abituale”
  • divieto dell’interruzione dei servizi di telecomunicazione per tutta la durata dello stato di emergenza e l’aumento dei prezzi dei contratti esistenti da parte dei fornitori
  • estensione del cosiddetto Bono Social, sorta di Bonus energia spagnolo, ai disoccupati o a chi non ha potuto temporaneamente lavorare a causa dell’emergenza Covid
  • sconto dl 25% sulla bolletta della luce per i lavoratori autonomi che hanno perso oltre il 75% del reddito medio semestrale
  • possibilità di sospendere temporaneamente, sia per le aziende che per i lavoratori autonomi, i contratti di energia e gas o di abbassare la potenza contrattuale del proprio contatore gratuitamente, risparmiando così in bolletta.

Covid e bollette, gli aiuti della Germania

E la Germania? Il governo tedesco di Angela Merkel è intervenuto con una serie di misure:

  • divieto, tra aprile e giugno 2020, di tagliare la fornitura di energia o internet ai clienti impossibilitati a pagare
    riduzione dal 19% al 16%, da luglio a dicembre 2020, della Tassa sull’Energia
  • incentivi fiscali alle imprese per la riduzione dei costi energetici
  • possibilità di saldare le bollette a rate o ricorrendo alla dilazione per la maggior parte dei principali fornitori di energia.

Covid e bollette, gli aiuti del Portogallo

In Portogallo il Governo ha stabilito:

  • divieto di qualsiasi interruzione della fornitura di energia elettrica o gas fino a giugno 2021, così come per i servizi di connessione, anche se non pagati, nel caso in cui l’impossibilità al pagamento sia motivata da disoccupazione o infezione da Covid-19
  • pagamento a carico del Governo del 10% delle bollette relative ai periodi di lockdown
  • possibilità di pagare le bollette energetiche a rate, in molti casi senza interessi
  • autorizzazione dell’Autorità nazionale per l’energia a bloccare o ritardare l’aumento del prezzo dell’elettricità e a definire il prezzo massimo delle bombole di gas per il periodo di lockdown
  • estensione a più categorie delle Tariffe Sociali Elettricità e Gas, finalizzate ad aiutare i clienti finanziariamente vulnerabili
    annullamento del contratto di telecomunicazioni senza penale per chi ha subito una riduzione del reddito di almeno il 20%
  • in discussione entro giugno 2021 l’implementazione della Tariffa Internet Sociale per garantire una connessione più economica.

Covid e bollette, gli aiuti del Regno Unito

Il governo del Regno Unito ha lanciato un pacchetto di emergenza insieme ai fornitori di energia per garantire riscaldamento e illuminazione durante l’epidemia da Coronavirus:

  • diverse opzioni di revisione dei piani di pagamento per i clienti con difficoltà finanziarie, aziende e privati, tra cui rateizzazioni e, in alcuni casi, accesso a fondi statali
  • impegni da parte dei principali fornitori di servizi Internet e di telefonia mobile per aiutare i propri clienti in tempi di crisi, come ad esempio rimozione dei limiti di accesso ai dati su tutti gli attuali servizi a banda larga fissi e offerta di nuovi e convenienti pacchetti mobili e fissi per garantire la connessione web.

Covid e bollette, gli aiuti dell’Austria

In Austria il Governo ha optato per:

  • divieto delle interruzioni di elettricità e gas fino a dicembre 2020
  • nel 2021, introduzione per i clienti domestici finanziariamente vulnerabili del cosiddetto Energiekostenzuschuss, sussidio energetico una tantum fino a 100 euro, più altri 100 per bambino
  • possibilità per i clienti business di beneficiare del cosiddetto Fixkostenzuschuss e godere della copertura da parte dello Stato fino al 75% dei loro costi fissi, comprese spese energetiche o di telecomunicazioni.

Covid e bollette, gli aiuti del Belgio

Il Belgio ha agito in questo senso:

  • diritto per più famiglie da febbraio 2021 ad una speciale tariffa sociale per elettricità e gas
  • altre iniziative statali variano da regione a regione:
    – nelle Fiandre, risarcimento una tantum automatico da parte del Governo pari a 202,68 euro ai consumatori in difficoltà, per aiutarli a pagare le bollette dell’acqua e dell’energia
    – a Bruxelles estensione dello status di “cliente tutelato” che può beneficiare della Tariffa Sociale
    – in Vallonia, incentivi finanziari per le famiglie con il cosiddetto “contatore prepagato”: gli utenti con questo tipo di contatore per l’elettricità, che soddisfano i criteri, ricevono un bonus di 50 euro sulla loro bolletta, mentre quelli che hanno un contatore prepagato per il gas beneficeranno di un voucher fino a 150 euro una tantum.
Contenuto offerto da Selectra

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bollette e Covid: gli aiuti dell’Italia e dei Paesi Ue a famigli...