Elettricità, in bolletta arrivano le fasce orarie. Per tutti

I consumi della sera saranno meno costosi. Interessate le famiglie con contatore elettronico

Da luglio le famiglie pagheranno tariffe diverse a seconda del momento in cui usano l’elettricità. I risparmi – a regime – dovrebbero superare il 40%.
Il costo dell’energia sarà diviso in fasce. Quando la richiesta e i costi dell’elettricità sono minori, dalle 19.00 alle 8 del mattino dal lunedì al venerdì, nell’intero fine settimana e nei giorni festivi (indicate in bolletta come fasce orarie “F2 e F3”) si pagherà l’elettricità a un prezzo più basso. Il costo sarà invece più alto nelle restanti ore dei giorni feriali, ovvero dalle 8.00 alle 19.00, quando la domanda e i costi dell’elettricità sono maggiori (fascia oraria “F1”).

Ad oggi la possibilità di pagare la bolletta in funzione degli orari di consumo esiste, ma su base volontaria. Da luglio la novità interesserà automaticamente tutti gli utenti dotati di contatore elettronico appositamente riprogrammato che hanno ricevuto in questi mesi l’apposito avviso da parte del loro fornitore.

Nella fase iniziale, i possibili risparmi saranno contenuti e così anche l’eventuale maggior spesa. Accogliendo le richieste di numerose associazioni di consumatori, l’Autorità per  l’energia elettrica e il gas ha previsto che fino al gennaio 2012, le differenze di prezzo tra le ore più convenienti e le altre siano molto piccole (10% circa). In questo modo è possibile garantire ai clienti con consumi ancora sbilanciati nelle ore più costose una particolare tutela e il tempo per abituarsi a capire come funziona il nuovo sistema, trasmettendo comunque un primo corretto segnale di prezzo.

Dal gennaio 2012, invece, i prezzi biorari saranno allineati con i prezzi effettivi di produzione all’ingrosso dell’energia elettrica nei diversi momenti. Le differenze saranno quindi maggiori.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Elettricità, in bolletta arrivano le fasce orarie. Per tutti