Bolletta energetica a livelli record: 63 miliardi di euro per il 2011

Secondo le stime dell'Unione petrolifera, la spesa per soddisfare il fabbisogno di luce e gas del paese quest'anno toccherà il suo massimo storico

Nel 2011 s realizzerà un nuovo record storico per la bolletta energetica italiana, quella che il Paese paga complessivamente per far fronte al proprio fabbisogno di luce e gas. Secondo le stime dell’Unione petrolifera (Up), la fattura complessiva supererà i 63 miliardi di euro (53,9 nel 2010), mentre la sola bolletta petrolifera salirà da 28,5 a circa 36 miliardi di euro, registrando anche in questo caso un massimo assoluto. Dopo essere sceso nel 2009 all’1,3%, valore medio dei primi anni 2000, il peso della spesa petrolifera sul Pil è tornato all’1,8%. Nel periodo di picco (ovvero il 1980-83) in media era il 4,6%.

In questa situazione, con la crisi libica alle porte e lo stop al nucleare, il governo punta ad aumentare la produzione nazionale di gas e greggio. Lo ha sottolineato il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, intervenuto all’assemblea annuale dell’Up. “Ci attendiamo – ha detto – un significativo contributo delle produzioni nazionali di idrocarburi già a partire da quest’anno. Sviluppi attesi in Basilicata dove la produzione aumenterà di oltre 90mila barili al giorno per arrivare al 7% dei consumi nazionali”.

Sulla bolletta, ovviamente, pesa l’impennata del prezzo del greggio. Il record precedente della bolletta energetica risaliva al periodo pre-crisi economica, ovvero al 2008, anno in cui la spesa complessiva aveva sfiorato i 60 miliardi (59,937) e quella petrolifera si era attestata a 32,4 miliardi di euro. L’Up evidenzia che a pesare sulla fattura petrolifera è esclusivamente l’alto prezzo del greggio, visto che i consumi continuano ad essere penalizzati.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bolletta energetica a livelli record: 63 miliardi di euro per il 2011