“Bitcoin farà una brutta fine”. Il Re degli investitori snobba le criptovalute

Warren Buffett esclude che investirà mai nelle criptovalute

La febbre Bitcoin, e le criptovalute in generale, non sembrano interessare minimamente Warren Buffett, fondatore della conglomerata Berkshire Hathaway, l’investitore plurimiliardario che oggi vanta un patrimonio superiore agli 80 miliardi di dollari.

“Posso dire che quasi certamente le criptovalute faranno una brutta fine”, ha detto, parlando all’emittente Cnbc. Commenti quelli dell’oracolo di Omaha, in linea con le dichiarazioni del suo storico partner in Bershire Hathaway Charlie Munger, che non prova alcuna attrazione per i bitcoin, bollandoli come una “bolla”. Gli investitori “al momento sono eccitati perché gli scambi sono al rialzo” ma “io non sono eccitato”, ha detto Munger.

“Quando succederà e come non lo so”, ha precisato Buffett intervenendo da Omaha, nello stato del Nebraska, “ma so una cosa: se comprassi una put a cinque anni in ognuna delle criptovalute sarei contento, ma non scommetterei al ribasso un centesimo“.

I commenti negativi di Buffett fanno eco a quelli di altri banchieri e analisti anche se Jamie Dimon, CEO di JP Morgan ha appena ritrattato dicendo di essersi pentito di aver definito il Bitcoin una frode. Dimon aveva paragonato la criptovaluta alla bolla dei tulipani in Olanda e aveva minacciato di licenziare i trader della sua banca che fossero stati beccati a comprare o fare trading su monete digitali.

Leggi anche:
Speciale Bitcoin
Bitcoin: investimento sicuro o bolla speculativa? L’analisi

“Bitcoin farà una brutta fine”. Il Re degli investitori snobba le criptovalute
“Bitcoin farà una brutta fine”. Il Re degli investitori s...