Anche la beneficenza ha la sua criptovaluta: ecco AidCoin

AidCoin è la nuova criptovaluta, tutta italiana, utilizzata per fare beneficienza e aiutare gli altri

Si chiama AidCoin la nuova criptovaluta dedicata alla beneficienza. Fa parte di un progetto tutto italiano legato a CharityStars, un sito in cui vengono messi all’asta oggetti e incontri con star e celebrity per beneficenza. Lo scopo dei suoi creatori è quello di sfruttare tutti i vantaggi della blockchain anche nell’ambiente delle donazioni benefiche, garantendo maggiore trasparenza e tracciabilità.

La quando AidCoin è stata lanciata sul mercato ha ottenuto buoni risultati. La criptovaluta ha raccolto 12 milioni di dollari in appena 90 minuti con oltre 1.500 compratori da tutto il mondo che hanno acquistato i gettoni digitale da utilizzare per prendere parte alle aste di CharityStars.

Il sito web, che di recente ha aggiunto alla sua offerta anche incontri con Rafael Nadal, Cristiano Ronaldo e Sharon Stone, ha confermato che la nuova criptovaluta sta conquistando il pubblico di tutto il mondo. “La richiesta era di gran lunga superiore alla domanda e abbiamo addirittura dovuto rifiutare 6 milioni di dollari da altri contributori che sono stati rimborsati – ha spiegato Francesco Nazari Fusetti, fondatore di CharityStars -. Crediamo che la tecnologia blockchain sia destinata a cambiare tantissimi settori della old economy e tra questi anche il settore del non-profit”, ammette il fondatore. E aggiunge: “È stata una grandissima sfida e siamo orgogliosi del risultato raggiunto”.

“AidCoin è la prima criptovaluta nata per il settore del no-profit – ha aggiunto a Wired, Domenico Gravagno, fra i coufounder di AidCoin  -. L’idea è quella di usare la blockchain per rendere visibile tutto il percorso di una donazione, in modo che chiunque possa sapere in ogni momento come i suoi soldi vengono spesi da parte dell’associazione nella quale ha creduto”.

Ma cos’è in realtà AidCoin? Si tratta di un token ERC20, basato sulla blockchain di ethereum. Come accade per tutte le criptovalute è al centro di una piattaforma in cui ci sono un registro (AidChain) ed un sistema di pagamento (AidPay), creato per consentire alle organizzazioni non profit registrate su AIDChain di accettare donazioni sotto forma di criptovalute dal sito per convertirle in seguito in AidCoin. In questo modo aumenta la trasparenza e la tracciabilità, in più è facile gestire i soldi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Anche la beneficenza ha la sua criptovaluta: ecco AidCoin