BCE alza lo scudo: tassi fermi e acquisti illimitati

La Bce è anche pronta ad aumentare le dimensioni di questo programma, oltre ad essere "pronta nel caso ad aggiustare tutti i suoi strumenti" per adattarsi allo scenario di inflazione.

Il Comitato direttivo della BCE ha deciso di tenere fermi i tassi e ha confermato il maxi programma di acquisti (Pepp) da 750 miliardi varato in risposta alla pandemia di coronavirus, che sarà condotto “in maniera flessibile” sia per la durata, che per il tipo di titoli e per i paesi coinvolti.

Ma – “se necessario e per tutto il tempo richiesto” – la Bce è anche pronta ad aumentare le dimensioni di questo programma, oltre ad essere “pronta nel caso ad aggiustare tutti i suoi strumenti” per adattarsi allo scenario di inflazione.

In risposta alla pandemia di coronavirus, per mantenere la liquidità del mercato e assicurare i flussi di credito all’economia, il Consiglio direttivo della Bce ha deciso inoltre “allentare ulteriormente” le condizioni sulle aste Tltro3, con la possibilità per gli istituti che rispetteranno le condizioni poste da Francoforte, di godere di un tasso di interesse di 50 punti inferiore a quello in vigore sui depositi nel periodo interessato.

Ma la Bce annuncia anche il varo di una nuova serie di operazioni di rifinanziamento a lungo termine (ribattezzate Peltro, Pandemic emergency longer-term rifinancing Operations) mirate proprio a sostenere le condizioni di liquidità nel sistema finanziario dell’Eurozona. Si tratta di sette aste supplementari che inizieranno a maggio 2020 con piena assegnazione e un tasso di 25 punti inferiore a quello di rifinanziamento in vigore.

Il Consiglio conferma anche i piani di acquisti già in vigore (quello da 20 miliardi mensili – dalla durata non definita – e quello supplementare da 120 miliardi entro fine 2020) e la politica di reinvestimento dei titoli in scadenza.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BCE alza lo scudo: tassi fermi e acquisti illimitati