Banche e lavoro: gli emendamenti alla manovra

Approvati alcuni emendamenti: dallo stop allo 'scudo' banche sui rimborsi ai risparmiatori fino ad arrivare all'edilizia sanitaria e ai controlli sugli orari delle slot

Continua la corsa in commissione Bilancio alla Camera sulla manovra, che approderà in Aula mercoledì 5 per la discussione generale. Approvati intanto alcuni emendamenti: dallo stop allo ‘scudo’ banche sui rimborsi ai risparmiatori fino ad arrivare all’edilizia sanitaria e ai controlli sugli orari delle slot.

STOP ‘SCUDO’ BANCHE – Via libera allo stop dello ‘scudo’ banche sui rimborsi per i risparmiatori. La commissione Bilancio della Camera ha approvato l’emendamento, firmato da tutti i capigruppo, che consente ai risparmiatori che hanno accettato il rimborso forfettario delle somme perse di poter chiedere anche la quota rimanente.

PIÙ SANZIONI CONTRO IL LAVORO NERO – Aumentano le sanzioni contro il lavoro in nero. Approvato un emendamento che rivede la norma contenuta nel testo arrivato a Montecitorio. ”Abbiamo aumentato le sanzioni per violazioni in materia di lavoro in una misura che va dal 10% al 20%”, spiegano il M5S. ”Se poi un datore di lavoro nei 3 anni precedenti è stato oggetto di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti, le maggiorazioni sono raddoppiate”.

NUOVI ISTITUTI TECNICI E ACCORPAMENTI: Nascita di nuovi istituti tecnici e accorpamento di quelli già esistenti, per rispondere alle “esigenze di innovazione tecnologica e organizzativa delle filiere produttive”. Con l’approvazione dell’emendamento al ddl bilancio si introduce un articolo per la ‘Stabilizzazione e innovazione dell’offerta formativa degli istituti tecnici superiori’.

NASCE IL CONSIGLIO NAZIONALE DEI GIOVANI: “E’ istituito il Consiglio nazionale dei giovani, quale organo consultivo e di rappresentanza dei giovani”. Con l’emendamento si fissano le finalità e la composizione della nuova struttura.

INCENTIVI PATENTE GIOVANI CAMIONISTI: Via libera in commissione Bilancio all’incentivo per le assunzioni di giovani camionisti. Secondo la modifica normativa alla manovra approvata, gli auototrasportatori under 35 assunti con contratto stabile potranno beneficiare di un rimborso del 50% delle spese per conseguire la patente per la guida dei mezzi pesanti per il trasporto di merci per conto terzi.

PIU’ RISORSE A VITTIME INCIDENTI LAVORO: Aumentano le risorse per le vittime di gravi incidenti sul lavoro. La commissione Bilancio ha dato il via libera a un emendamento riformulato della manovra che rialza di un milione di euro le risorse del Fondo di sostegno per le famiglie delle vittime di infortuni gravi sul posto di lavoro.

ASSUNZIONI CAMERE COMMERCIO: Via libera nel 2019 alle nuove assunzioni nelle Camere del Commercio, ma solo per compensare le cessazioni dell’anno precedente e senza costi aggiuntivi. La modifica normativa interessa le Camere del commercio che hanno concluso il processo di accorpamento.

2 MLD IN PIÙ PER EDILIZIA SANITARIA: Due miliardi in più per realizzare il programma di edilizia sanitaria. Approvato un emendamento al ddl bilancio che porta da 26 miliardi (previsti nel testo entrato a Montecitorio) a 28 miliardi. La risorse sono destinate, in particolare, alla “sottoscrizione di accordi di programma con le regioni e l’assegnazione di risorse agli altri enti del settore sanitario interessati”. Le risorse sono destinate prioritariamente alle “regioni che abbiamo esaurito, con la sottoscrizione di accordi, la loro disponibilità”.

CONTROLLI PIÙ FACILI SU LIMITE ORARI SLOT: “Controlli più facili per i comuni sul rispetto degli orari di accensione di slot e videolottery. E’ stato approvato l’emendamento che aiuta tutti i Comuni che hanno regolamenti per limitare gli orari e vogliono controllare con facilità il rispetto degli spegnimenti delle Slot e Vlt”.Ad annunciarlo i deputati Massimo Baroni e Francesco Silvestri primi firmatari di un emendamento alla legge di bilancio insieme alla collega Maria Luisa Faro del Movimento 5 Stelle.

STOP PUBBLICITÀ DOTTORI E STRUTTURE SANITARIE: Stop alla pubblicità di ospedali e dottori. Secondo l’emendamento approvato, “le comunicazioni informative da parte delle strutture sanitarie private di cura e degli iscritti agli albi dei relativi ordini delle professioni sanitarie” non possono contenere elementi di carattere promozionale o suggestivo.

AUMENTA LISTA ESAMI OBBLIGATORI NEONATALI MALATTIE GRAVI: Gli esami obbligatori neonatali includeranno anche le malattie neuromuscolari genetiche, le immunodeficienze cognitive severe e le malattie da accumuli lisosomiale. Questo quanto previsto dall’emendamento al ddl bilancio che modifica le disposizioni previste dalla legge del 2016 in materia di ‘Accertamenti diagnostici neonatali obbligatori per la prevenzione e la cura delle malattie metaboliche ereditarie’ includendo le altre malattie.

In collaborazione con Adnkronos

Banche e lavoro: gli emendamenti alla manovra