Banche, ampliata la platea dei beneficiari del conto corrente “base” a zero spese

Lo strumento è stato introdotto a giugno con decreto del MEF per recepire una direttiva europea. Dedicato ai pensionati e alle famiglie per favorire l'inclusione finanziaria

L’introduzione del “conto corrente base” a costo zero ha accresciuto l’inclusione finanziaria di famiglie e pensionati. Lo conferma l’ABI a meno di due mesi dall’introduzione di questo strumento, anche per effetto dlel’innalzamento delle soglie di reddito che ha ampliato la platea dei beneficiari. Ma cosa è il conto base?

Un conto dedicato alle fasce deboli – Introdotto con decreto del MEF lo scorso 20 giugno, per recepire la direttiva europea sul conto corrente europeo di base, questo strumento si propone di ampliare la platea dei soggetti che utilizzano forme di pagamento tracciabili, con particolare riguardo ad alcune categorie, come le famiglie a basso reddito, i pensionati e chi vive in provincia. Il conto corrente a zero spese è dedicato infatti ai pensionati con assegno INPS non superiore ai 18 mila euro lordi annui ed alle famiglie con ISEE inferiore agli 11.600 euro. Possono richiedere un conto di base tutti i consumatori soggiornanti legalmente in uno Stato membro dell’Unione europea, compresi i consumatori senza fissa dimora e i richiedenti asilo.

Ecco le caratteristiche

Zero costi –  Il conto corrente base offre un indubbio vantaggio: il costo zero. Questo strumento non prevede infatti le spese di un conto corrente tradizionale e neanche l’imposta di bollo e commissioni varie per le operazioni, ma solo un canone annuo “low cost”.

Operazioni limitate – Per contro, le operazioni effettuabili sono in numero limitato, anche se sarà consentito ai titolari effettuarne altre pagandone le spese aggiuntive. Il c/c base prevede operazioni di addebito diretto (Sepa) in Italia e nella Zona Euro in numero illimitato, 36 operazioni di bonifico ricevuto all’anno (per pensioni o stipendi) e 6 bonifici effettuabili (quelli per pagamenti ricorrenti tipo le bollette sono 12 l’anno). Per il contante sono 12 i versamenti effettuabili in un anno solare e 6 i prelievi di contante da sportello. Il conto base prevede poi una comunicazione sulla trasparenza e 4 invii di estratti conto e informative periodiche. Il bancomat è previsto ed è totalmente gratuito, prevede operazioni illimitate entro il previsto plafond.

Banche, ampliata la platea dei beneficiari del conto corrente “b...