Aziende e banche verdi premiate dai consumatori

Secondo Demoskopea il tema ambientale è sempre più cruciale, tanto che la svolta ecologica delle imprese sta diventando un criterio di scelta dei prodotti e dei servizi

I consumatori italiani si dimostrano sempre più sensibili alle tematiche ambientali. La grande maggioranza (l’88%) è “emotivamente” preoccupata per il futuro: l’ambiente ( per l’85%) è diventato un argomento cruciale.
E’ questo il risultato emerso da una ricerca della Demoskopea che ha coinvolto un campione di 1.000 consumatori.

L’istituto di ricerca, in una classifica dei problemi ecologici stilata dai consumatori,  colloca ai primi posti l’inquinamento delle acque (62%) e dell’aria (61%), seguito del problema dei rifiuti (per il 60%), per concludersi con un 43% che indica, come problema ecologico, quello delle piogge acide. Tra i comportamenti ecologici più diffusi praticati dagli italiani emergono atteggiamenti orientati anche al risparmio individuale, oltre che a essere ecologicamente virtuosi, quali: la raccolta differenziata (84%), l’utilizzo della lavastoviglie e della lavatrice a pieno carico (81%), utilizzo delle lampadine e degli elettrodomestici a basso consumo energetico (80%), seguono i risparmi sull’elettricità (73%), sull’acqua (72%).

Ma il tema delle sensibilità ambientale gioca un ruolo importante anche per le aziende: l’indagine ha rilevato che risultano più note (il 42% del campione) quelle in grado di produrre beni e prodotti a basso impatto ambientale. Anche se una buona parte degli intervistati  – il 35% – ha dichiarato di non conoscere alcuno dei sistemi con cui le imprese agiscono per rispettare gli equilibri ecologici.

La sensibilità ecologica cresce anche nei confronti di realtà che apparentemente non sono coinvolte in attività con forte impatto ambientale. E’ il caso delle banche. Infatti secondo l’indagine di Demoskopea, l’impegno degli istituti di credito in progetti per la riduzione dell’inquinamento costituisce un importante driver di scelta di servizi e prodotti bancari (molto importante: 28%, abbastanza importante. 45%). E la metà degli intervistati considera innovativa una banca che si impegna concretamente in ambito ecologico. Un dato su cui riflettere, soprattutto se associato che la stessa quota di intervistati associa il concetto di innovazione alla tradizionale creazione di nuovi prodotti servizi/home banking.

Sulla scorta di questi risultati, è emersa una classifica delle realtà bancarie che hanno comunicato meglio tale percorso “ecologista”, tanto che per l’occasione è stato istituito da Demoskopea il premio “Best place for Green”.

In questa prima edizione il premio è stato conferito a UBI Banca per l’importanza attribuita dai consumatori al tema ecologico declinato in attenzione verso l’ambiente nei vari servizi proposti e erogati.

Il premio Best Place for Green è stato realizzato in partnership con AzzeroCO2, realtà che realizza per aziende ed enti pubblici progetti di eco sostenibilità. A proposito di ambiente,  l’evento di presentazione della ricerca sarà compensato dalle emissioni di CO2 e lo stesso catering offerto è a zero emissioni.

Aziende e banche verdi premiate dai consumatori