Avere più di un conto corrente conviene? Ecco quando

Quanti conti correnti può avere una persona? Quando conviene avere 2 conti correnti? Scopri di più e inizia a risparmiare.

Quando si parla della convenienza di aprire più conti correnti, ci sono prima alcune domande preliminari alle quali dare una risposta, al fine di poter scegliere un eventuale secondo conto con maggiore consapevolezza.

Partendo dalla certezza che la legge non prevede limiti al numero di conti correnti che si possono avere, ecco qualche consiglio utile per capire quando potrebbe essere utile procedere con l’apertura di un nuovo conto, qualora se ne avesse già uno.

Scopri qual è il miglior conto corrente zero spese del momento

Aprire più conti correnti: cosa comporta avere due conti in banca?

Il fatto di avere due conti in banca non produce alcun vantaggi fiscali, ma neanche eventuali svantaggi in quanto non si dovranno pagare più tasse. Ci possono però essere una serie di benefici dal punto di vista pratico, ovvero nella gestione quotidiana dei propri soldi.

Intanto, è bene precisare che:

  • si possono avere più conti nella stessa banca;
  • si possono avere due conti correnti in banche diverse.

Nel primo caso, si potrà per esempio aprire un secondo conto corrente con l’istituto di credito per il quale si è già correntisti nelle evenienze più diverse, come per esempio quella di aprire un conto cointestato.

Supponiamo, per esempio, che si decida di sposarsi, ma che entrambi i coniugi abbiano già un conto corrente. I neo sposi potranno decidere di aprire un nuovo conto corrente cointestato, da utilizzare per le esigenze della famiglia o per mettere da parte dei soldi, in previsione dell’arrivo di un figlio.

Lo stesso si potrà fare nell’ipotesi di un conto corrente aperto con un altro istituto di credito, che si potrebbe per esempio prendere in considerazione in quanto, oltre a essere estremamente sicuro, garantisce anche un notevole risparmio annuale.

Avere infatti due conti correnti potrebbe sfociare in un aumento delle spese. Questo problema può però essere risolto se si punta su un conto online a zero spese, con canone annuo gratuito e assenza di commissioni sulle principali operazioni bancarie.

Aprire un secondo conto corrente: confronta i migliori conti online

Quando conviene avere un secondo conto corrente

Le situazioni ipotizzate fin qui sono solo alcuni esempi di casistiche nelle quali potrebbe risultare utile procedere con la ricerca e la sottoscrizione di un secondo conto corrente. Quando si può parlare di convenienza?

Un primo caso potrebbe essere quello di un libero professionista o una ditta individuale, quindi con partita IVA, che debba pagare ogni anno imposte e contributi in un determinato periodo dell’anno.

Considerato che quando si incassa una fattura, si riceve sempre l’importo lordo, non sempre è facile riuscire a mettere da parte l’importo esatto destinato al pagamento delle imposte e dei contributi previdenziali.

Disporre di un secondo conto corrente potrebbe risultare, in tale ipotesi, davvero molto utile. Uno si utilizzerebbe infatti per la gestione quotidiane delle proprie spese, mentre l’altro avrebbe la funzione di essere il deposito per mettere da parte i soldi riservati alle tasse.

Conti correnti più sicuri: come aprire un conto corrente online

Un altro caso in cui potrebbe essere conveniente aprire più conti correnti, riguarda i conti con oltre 100.000 euro, i quali potrebbero essere soggetti a tassazioni aggiuntive, in particolare con altri istituti di credito.

Chi dispone di importi così elevati, oltre a gestirli tramite l’apertura di un altro conto corrente, dovrebbe procedere con una diversificazione degli investimenti più adeguata, puntando per esempio sull’apertura di un conto deposito vincolato o non vincolato (i cui importi sono protetti proprio fino a 100.000 euro), dal quale si potrebbero ricavare dei rendimenti aggiuntivi.

Altre ipotesi potrebbero consistere:

  • nell’investire nel mattone, con l’idea di mettere in affitto l’immobile comprato, magari in una città in cui le rendite derivanti da questo genere di attività possono essere importanti;
  • nel guadagnare investendo in attività di trading online, consapevoli dei possibili rischi e della necessità di doversi preparare per investire in questo modo.

Un secondo conto corrente diventa poi conveniente quando è a costo zero, quindi consente di ammortizzare i costi di un conto corrente che si possiede da tanto tempo, con una banca per la quale si è clienti affezionati.

Come segnalato nelle righe precedenti, in questo senso la migliore soluzione è rappresentata dalla ricerca di un conto corrente online, il quale si potrà gestire in sicurezza e facilità direttamente dal proprio PC o smartphone.

Per valutare la proposta commerciale che si adatta al meglio alle proprie esigenze:

  1. un’analisi comparativa è d’obbligo, meglio se con l’utilizzo di un comparatore di conti correnti online;
  2. si potrebbe valutare la lettura delle recensioni di altri utenti che hanno già scelto di attivare lo stesso conto corrente, grazie alle quali poter avere una visione più obiettiva e meno di marketing di un determinato conto corrente bancario.