Autunno nero per olio, castagne, miele: produzioni basse e prezzi alti

Autunno nero per olio, castagne e miele, con produzioni basse e prezzi alle stelle

Continua l’autunno nero della produzione made in Italy, con la produzione di olio, castagne e miele in rapida discesa e l’aumento dei prezzi. Per quanto riguarda l’olio extravergine d’oliva, la Coldiretti ha lanciato l’allarme, annunciando che mancherebbero le scorte, che si andranno ad esaurire a metà del 2017.

La produzione infatti è calata del 38 per cento in Italia rispetto a un anno fa. Tutto ciò ha provocato un rialzo nella piazza di Bari, dove i prezzi sono aumentati 40 per cento. Il crollo della produzione sarebbe stato provocato dal maltempo e che ha provocato una “carestia in tutta l’area del Mediterraneo”, tranne in Spagna, dove è rimasta stabile.

Problemi anche per le castagne: il raccolto quest’anno è stato inferiore ai 20 milioni di chili registrate nello scorso anno e molto al di sotto rispetto alle medie storiche. Tutta colpa della cinipide, un parassita cinese che secca gli alberi e ha provocato una vera e propria strage nei boschi. Il rischio, come sottolinea Coldiretti, è che le castagne sulle tavole degli italiani non siano più del nostro paese, ma importate da Spagna, Portogallo e Albania.

Quest’anno non si salva nemmeno il miele. Secondo il Conapi, consorzio che riunisce 600 produttori e 75mila alveari, nel 2016 la produzione calerà del 70 per cento. Ogni anno il consorzio produceva in media 3mila tonnellate di miele, mentre quest’anno ce ne saranno solo mille. Tutto questo provocherà di conseguenza una crescita del 20 per cento del prezzo per tutte le varietà di miele, con conseguente pericolo di contraffazioni (in particolare di miele proveniente dalla Cina a cui vengono aggiunti zuccheri di riso). “Le cause sono due – hanno svelato i responsabili del Conapi – i cambiamenti climatici, di cui le api sono il primo sensore, e l’abuso di pesticidi in agricoltura, che provoca il fenomeno dello spopolamento improvviso di intere colonie. Le api sono delle vere e proprie sentinelle ambientali, dei bioindicatori capaci di intercettare immediatamente le sostanze inquinanti“.

Autunno nero per olio, castagne, miele: produzioni basse e prezzi&nbsp...