Auto, mantenerla costa 1.600 euro l’anno: le spese in aumento

Secondo una ricerca di mercato, l'aumento di RCA e benzina fa schizzare in alto i costi di gestione delle auto

Un vero e proprio salasso per le tasche degli automobilisti italiani, costretti come non mai a fare i conti con spese di gestione del veicolo e spese per la polizza assicurativa in continua crescita. Secondo un’analisi di mercato condotta dal portale SoSTariffe.it, infatti, nell’anno che sta per terminare gli automobilisti hanno speso 1.600 euro in più rispetto al 2018 per la gestione del veicolo.

Dai dati riportati nella ricerca SoSTariffe.it si evince che i costi relativi al carburante, alla polizza assicurativa online e alle spese di gestione del veicolo sono tutte aumentate mediamente del 6%. Ovviamente, l’aumento percentuale avrà un’incidenza differente a seconda della tipologia di spesa che viene effettuato. Ad esempio, l’aumento de 6% circa delle polizze RCA online si traduce in un aumento di 33 euro medi annui, mentre l’aumento del costo della benzina ha pesato per oltre 70 euro.

Scendendo nel dettaglio, si scopre che nel 2019 “mantenere” un’automobile costa mediamente a ogni italiano 1.614 euro rispetto ai 1.515 euro che si spendevano nel 2018. Un aumento del 6,58% su base annua, determinato sia dalla crescita dei costi sostenuti per l’assicurazione auto, sia dalle spese per l’acquisto del carburante. Secondo quanto riportato dalla ricerca del portale di comparazione, la RCA online o al telefono ha un costo medio di 589 euro, mentre per la benzina o diesel si spendono mediamente 892 euro ogni anno.

Dal report SoSTariffe.it è possibile anche scoprire dove la gestione dell’auto ha costi maggiori. I 1.614 euro, infatti, sono il frutto della media delle 20 regioni italiane, dove i costi variano anche di diverse centinaia di euro. Gli automobilisti campani, ad esempio, arrivano a pagare 2.113 euro ogni anno (si tratta della regione più cara, sotto questo punto di vista), mentre in Liguria si spende “appena” 1.449 euro (la regione meno cara per le tasche degli automobilisti. Sempre in Campania si registrano anche i costi più alti per sottoscrivere una polizza RCA: i neopatentati, infatti, possono arrivare a spendere fino a 2.112,58 euro per l’assicurazione auto.

Gli automobilisti di Molise e Umbria, invece, possono ritenersi più che fortunati (e soddisfatti). Nel loro caso, infatti, le spese di gestione del veicolo sono calate sensibilmente. Rispetto al 2018, i molisani hanno speso il 20% in meno per RCA e benzina (da 1.875 euro a 1.505 euro), mentre gli umbri hanno risparmiato il 14% rispetto all’anno precedente (da 1.893 euro a 1.624 euro).

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Auto, mantenerla costa 1.600 euro l’anno: le spese in aumen...