Auto, in arrivo i mini incentivi

La bozza di decreto, ancora in fase di studio, prevede il dimezzamento del contributo concesso l’anno scorso

Dovrebbe essere imminente la pubblicazione di un decreto sugli incentivi auto per il 2010. Attualmente la bozza – ancora alla fase di studio – prevede il dimezzamento del contributo concesso fino alla fine del 2009: 750 euro per chi rottama un’auto euro 2 o precedente, per passare ad una euro 4 o 5, oltre alla certificazione europea è necessario che il nuovo modello abbia emissioni di Co2 non superiori ai 135 grammi al Km se a benzina e di 125 grammi se diesel.
Il contributo rimane a 1500 euro (come l’anno scorso) solo se l’auto emette meno di 115 grammi per chilometro.
Si riduce pure il contributo per chi compra un auto a Gpl (1000 o 1500 euro a seconda delle emissioni), bonus che sale a 3000 euro per l’acquisto di un’auto a metano o elettrica.

I contributi per le macchine ad alimentazione alternativa si possono cumulare con il bonus rottamazione. Il sostegno per i veicoli a Gpl e metano è esteso anche ai veicoli commerciali (1000-1500 per il Gpl e 3500-4500 per il metano a seconda delle dimensioni).

Fronte motocicli: è pronto un contributo pari a 10% del prezzo di listino (fino a un massimo di 750 euro) anche per chi sostituisce con un euro 3 un vecchio euro 0 o euro 1. Confermato anche il sostegno a chi modifica l’alimentazione della propria auto passando al Gpl (500 euro) o al metano (800 euro).
La durata degli incentivi versione 2010 è fissata fino al 30 giugno, anche se la scadenza dipednerà dalla datà di entrata in vigore del decreto.

Auto, in arrivo i mini incentivi