Aumenti luce e gas 2021: dal 1° ottobre gli aumenti, come risparmiare

Ecco quali sono le migliori strategie per risparmiare sulle bollette di luce e gas in vista degli aumenti in arrivo. 

Il mese di ottobre 2021 si apre con una stangata relativa all’aumento del prezzo delle offerte luce e gas del mercato tutelato, le quali subiranno un incremento rispettivamente pari al 40% e al 30%. 

Ci sono diverse soluzioni da adottare per riuscire a risparmiare sui rincari in arrivo: vediamo di seguito quali sono le più immediate, quali sono le procedure da seguire e perché approfittarne il prima possibile. 

Come risparmiare sulle offerte luce e gas 2021

Ci sono attualmente due strade alternative che permetteranno di risparmiare con assoluta certezza sulla tariffe luce e gas 2021 del mercato tutelato. 

La prima è per tutti e consiste nel passaggio al mercato libero dell’energia e del gas naturale, il quale sarà obbligatorio in modo definitivo a partire dal 1° gennaio 2023. 

La seconda, invece, consiste nell’approfittare della presenza del bonus elettrico e del bonus gas, che sono riservati a coloro i quali presentano determinati requisiti di tipo reddituale e familiare. 

Risparmiare sulle offerte luce e gas passando al mercato libero

Mentre i prezzi delle soluzioni luce e gas del mercato tutelato non hanno fatto altro che aumentare nel corso degli ultimi mesi (e anche dei prossimi), il 40% delle offerte del mercato libero permette di risparmiare rispetto agli standard del mercato attuale. 

Passare al mercato libero in questo momento è, dunque, una soluzione davvero vantaggiosa e che potrà essere portata a termine nel migliore dei modi analizzando le offerte proposte dagli operatori luce e gas tramite una valutazione di tipo comparativo

Dal confronto delle offerte oggi in circolazione, emerge che si possono risparmiare anche cifre considerevoli (superiori ai 200 euro sulla sola componente luce) grazie alle promozioni dei fornitori che operano sul mercato libero. 

Le tariffe disponibili in circolazione:

  • possono essere attivate in modalità Dual Fuel, quindi con lo stesso fornitore sia per la luce sia per il gas;
  • prevedono degli sconti per l’utilizzo dell’area clienti online;
  • garantiscono degli sconti aggiuntivi nel caso di attivazione della domiciliazione bancaria e della bolletta digitale. 

In generale, in questo momento si consiglia di attivazione delle promozioni che prevedono il prezzo bloccato della materia prima, in modo tale da non subire i rialzi che caratterizzano il mercato. 

Clicca sul link per conoscere le migliori offerte del mercato libero

Come funziona il bonus elettrico e il bonus gas

I bonus luce e gas previsti per il 2021 rientrano tra i bonus sociali che sono stati previsti dal Governo al fine di sostenere le famiglie che si trovano in condizione di disagio economico ad affrontare la risalita dei prezzi di luce e gas. 

Per riceverlo, si dovrà rientrare in uno dei requisiti seguenti:

  • avere un ISEE non superiore a 8.625 euro;
  • avere una famiglia con almeno 4 figli e un ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • essere percettori della pensione di cittadinanza o del reddito di cittadinanza

Dal 2021, non sarà più necessario presentare l’apposita domanda in quanto tali benefici economici saranno erogati in modo automatico sotto forma di sconto diretto in bolletta, che sarà applicato nel corso di 12 mesi. 

Per quanto riguarda le somme che si potranno ricevere, per il bonus elettrico si tratta di:

  • 128 euro, per le famiglie composte da 1-2 persone;
  • 151 euro, per le famiglie composte da 3-4 persone;
  • 177 euro, per le famiglie numerose, composte da più di 4 persone. 

Gli importi del bonus gas vengono calcolati in modo differente, in quanto viene presa in considerazione la zona climatica da un lato e il numero di componenti del nucleo familiare dall’altro. 

Per la zona climatica A/B, le famiglie fino a 4 componenti riceveranno:

  • 30 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura;
  • 67 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura + riscaldamento. 

Per la zona climatica C, le famiglie fino a 4 componenti riceveranno:

  • 30 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura;
  • 83 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura + riscaldamento. 

Per la zona climatica D, le famiglie fino a 4 componenti riceveranno:

  • 30 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura;
  • 109 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura + riscaldamento. 

Per la zona climatica E, le famiglie fino a 4 componenti riceveranno:

  • 30 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura;
  • 136 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura + riscaldamento. 

Per la zona climatica F, le famiglie fino a 4 componenti riceveranno:

  • 30 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura;
  • 170 euro per l’acqua calda sanitaria e/o l’uso per la cottura + riscaldamento. 

Per le famiglie con più di 4 componenti, gli importi varieranno tra i 46 e i 245 euro a seconda degli usi del gas in casa e della zona climatica. 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aumenti luce e gas 2021: dal 1° ottobre gli aumenti, come risparmiare