Audio: “Soldi russi alla Lega”. Salvini nega

Una registrazione immortala il responsabile della Lega per i rapporti con Mosca mentre discute di un accordo petrolifero

Il giornale online americano Buzfeed lancia la bomba sui finanziamenti russi alla Lega. Esiste infatti un audio che testimonia l’incontro tra Gianluca Savoini e alcuni uomini d’affari russi. Una registrazione che immortala il responsabile della Lega per i rapporti con Mosca mentre discute di un accordo petrolifero. Un patto segreto che sarebbe servito a finanziare la campagna elettorale del Carroccio.

Secondo la ricostruzione di Buzzfeed l’incontro – avvenuto il 18 ottobre 2018 all’hotel Metropole – avrebbe coinvolto un’importante compagnia petrolifera russa che vendeva almeno 3 milioni di tonnellate di carburante all’anno all’Eni per un valore di un miliardo e mezzo di dollari. L’acquisto e la vendita sarebbero stati operati attraverso intermediari, con i venditori che applicano una tariffa scontata a queste transazioni. Lo sconto avrebbe avuto un valore di circa 65 milioni di dollari, secondo i calcoli forniti a BuzzFeed dagli analisti del settore, ed è questo denaro che sarebbe stato incanalato – in modo segreto e tramite intermediari – al Carroccio.

La Lega nega
“Ho già querelato in passato, lo farò anche oggi, domani e dopodomani: mai preso un rublo, un euro, un dollaro o un litro di vodka di finanziamento dalla Russia”. Così il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini, in merito a quanto riportato da BuzzFeed News. “Non ci sono mai stati fondi né soldi per la Lega da parte di nessuno di quelli citati da BuzzFeed. Tutte parole e blablabla, come peraltro ha appena detto Salvini” ha risposto Gianluca Savoini, ex portavoce del leader della Lega e presidente dell’associazione Lombardia-Russia, interpellato dall’Adnkronos.

“Rubli dalla Russia alla Lega per una campagna elettorale contro l’euro? Va tutto chiarito immediatamente” ha sottolineato su Facebook il segretario del Pd, Nicola Zingaretti.

In collaborazione con Adnkronos

Audio: “Soldi russi alla Lega”. Salvini nega