Assicurazioni moto, i centauri dello stivale sorridono

Crollano i prezzi su semestre ad esclusione delle regioni meridionali. Il caso Campania

Premi delle RC più economici per il comparto moto nella prima parte del 2017. Mentre su anno i costi sono apparsi in crescita, dal 1 dicembre 2016 al 31 maggio 2017 si è verificato un consistente calo del 9,86%, con un prezzo medio che si è attestato sui 504,29 euro.

Un dato positivo, dunque, per gli amanti italiani delle 2 ruote, che a giugno hanno fatto incrementare a doppia cifra le immatricolazioni (+26% dall’analogo periodo del 2016). La diminuzione più forte si è registrata in Valle d’Aosta, dove assicurare una moto costa oggi il 27,4% in meno di quanto non costasse 6 mesi fa. Possono gioire per i consistenti cali dei costi assicurativi anche i centauri umbri (-17,32%) e quelli piemontesi (-13,85%).

La regione in cui costa di meno assicurare un veicolo a due ruote è il Trentino Alto Adige, che con un premio medio di 304,62 euro precede il Piemonte (312,37 euro) ed il Friuli Venezia Giulia (314,58 euro).

Sono sei, invece, le regioni in cui i premi RC moto sono più alti della media nazionale e, escludendo il Lazio (528,99 euro), sono tutte quante meridionali. In Basilicata per l’assicurazione della moto servono 537,10 euro e in Sicilia 643,12, premi ancora non elevatissimi se si considera che in Puglia e Calabria i costi salgono oltre gli 800 euro (rispettivamente 828,37 euro e 830,01 euro).

Infine la Campania si conferma maglia nera non solo per costi di assicurazione di un veicolo (933,84 euro a maggio), ma anche per quelli delle moto. I dati riportati da Facile.it dicono che in media si devono mettere a budget quasi 1.200 euro (1.172,71 euro), un aggravio di costi del 7,28% in più rispetto all’ultimo mese del 2016.

Assicurazioni moto, i centauri dello stivale sorridono