Apple, Amazon e gli altri: il Covid non frena i giganti della tecnologia

Mentre l'economia USA affonda in recessione, il fatturato dei giganti del tech va meglio delle previsioni. Ottimi i risultati di Amazon e Apple

Il coronavirus non frena i giganti della tecnologia, che, mentre l’economia USA entra in recessione affondando del 32,9%, annunciano un aumento dei profitti o, perlomeno, perdite molto limitate e inferiori alle aspettative.

Apple, le vendite volano

Ottimi risultati per Apple, che ha registrato un boom di utili nel secondo trimestre dell’anno, con profitti saliti a 11,13 miliardi di dollari e ricavi arrivati a 59,7 miliardi (+11%).

Il fatturato della società ha quindi visto una crescita netta un po’ in tutti i segmenti, con le vendite di iPhone che hanno superato le attese di ben 4 miliardi. I ricavi delle vendite degli iconici smartphone si sono infatti attestati a 26,42 miliardi.

La chiusura degli store fisici della Apple (510 punti vendita in tutto il mondo, di cui 271 negli Stati Uniti) provocata dal lockdown non ha quindi impedito al colosso di Cupertino di registrare profitti persino inattesi, a fronte di una situazione economica generale a dir poco problematica.

Dopo una battuta di arresto ad aprile, anche grazie al lancio dell’iPhone SE, le vendite hanno registrato una forte ripresa a maggio e a giugno. “Continuiamo ad assistere a un forte ciclo con gli iPhone 11 e 11 Pro. Di conseguenza, combinando un forte lancio dell’iPhone SE con la riapertura dei negozi, credo di poter dire che ci sono stati molti fattori che sono andati nella giusta direzione”, ha commentato il ceo nella call sui risultati di bilancio”, ha spiegato il CEO di Apple, Tim Cook.

Anche i servizi Apple, con in testa iCloud e Apple Music, hanno fatto registrare ottime performance, arrivando ai 13,16 miliardi di dollari, con una crescita del 14,8%. Gli abbonati sulla piattaforma Apple sono aumentati rispetto al precedente trimestre, passando da 515 a 550 milioni di abbonamenti. In questo, il lockdown, con milioni di persone in smart working, è stato un alleato: anche iPad e Mac sono andati bene, registrando vendite, rispettivamente, per 6,58 miliardi di dollari e 7,08 miliardi di dollari.

Amazon, Facebook, Google

Apple è in buona compagnia. Amazon ha visto una vera e propria impennata degli acquisti online, con i profitti di Jeff Bezos raddoppiati a 5,2 miliardi in un anno, e i ricavi schizzati del 40% a 88,9 miliardi.

Facebook ha registrato un aumento dell’11% del giro d’affari rispetto allo stesso periodo del 2019, che è però il dato più basso da 8 anni. I profitti sono raddoppiati quasi a 6 miliardi.

Leggero calo di ricavi (2%) per Alphabet, la società che controlla Google, diminuzione molto inferiore alle attese. Gli utili sono crollati del 30% a quasi 7 miliardi di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Apple, Amazon e gli altri: il Covid non frena i giganti della tecnolog...