Amazon vuole diventare una banca: ora punta a offrire conti correnti

Amazon sta trattando con Jp Morgan e Capital One per offrire prodotti bancari come i conti correnti per attirare clienti giovani

Amazon sarebbe in trattative con alcune grandi banche, inclusa JP Morgan, per offire un prodotto simile a un conto corrente bancario da offrire ai suoi milioni di clienti sotto il suo brand, come riporta il Wall Street Journal.

L’intenzione sarebbe quella di creare un prodotto finanziario che possa essere utile a coloro che non hanno un conto bancario. In particolare ai Millennials, i clienti più giovani che non hanno ancora una banca di riferimento, appunto. “L’iniziativa – spiegano alcune fonti – non punta a far diventare Amazon una banca. Ma un prodotto simile a un conto corrente consentirebbe alla società di ridurre le commissioni pagate alle aziende finanziarie e di raccogliere dati sui redditi dei consumatori e sulle loro abitudini di spesa“.

L’industria dei servizi bancari è presa di mira da tutte le principali società hi-tech. Non solo Amazon, ma anche Facebook, Samsung e Apple cercano di offrire ai loro clienti servizi di pagamento elettronico e finanziamenti dedicati.

Secondo un sondaggio condotto fra mille clienti di Amazon, il 38% si fida del colosso di Bezos nel gestire le sue finanze allo stesso modo in cui si fida di una banca tradizionale. Ed ecco perché il futuro conto corrente targato Amazon, per la sua vocazione, viene chiamato “conto giovani”.

Leggi anche:
Amazon punta alla vendita online dei farmaci da banco
Amazon scommette sulla casa intelligente e sbarca nella domotica
Anche Amazon licenzia, centinaia i tagli
Amazon e il braccialetto della discordia: il colosso dell’e-commerce finisce nella bufera

Amazon vuole diventare una banca: ora punta a offrire conti corre...