Alitalia, verso mini-proroga per le offerte. Non oltre metà maggio

Si va verso la proroga dell'attuale scadenza fissata per la giornata di domani, martedì 30 aprile

Il decollo, si sa, è la fase più delicata. Lo sa bene Alitalia in attesa di conoscere il suo futuro. Una trattativa lunga e complessa che va avanti ormai da mesi per sistemare tutti i tasselli che piano piano stanno andando a formare il puzzle. Alcuni però ancora mancano.

VERSO  MINI PROROGA – Per questo, si fa sempre più strada in queste ore l’ipotesi di una miniproroga di un paio di settimane per la definizione della cordata pronta a partecipare alla newco Alitalia. Sembra dunque inevitabile la proroga dell’attuale scadenza fissata per la giornata di domani, martedì 30 aprile, deadline entro la quale i commissari attendevano l’offerta vincolante che serve ad avviare il nuovo programma industriale. Proroga mini visto che l’obiettivo è non andare oltre la terza settimana di maggio, ossia prima delle elezioni europee. Ore calde, dunque.

Allo stato attuale, per far quadrare i conti manca ancora il 40% del capitale. Finora Fs (disposta a partecipare con una quota fino al 30%) ha trovato come un unico partner industriale l’americana Delta Air Lines, che ha accettato di impegnarsi, almeno nella fase iniziale, al 15%.

SUL TAVOLO ATLANTIA – Della partita sarebbe anche il Ministero dell’Economia con il 15%, ingresso consentito dalle norme predisposte nel dl crescita approvato nei giorni scorsi dal Consiglio dei ministri. Resta sul tavolo l’ipotesi Atlantia, dalla cui disponibilità dipende a questo punto il prosieguo dell’operazione, e alla possibilità dell’ingresso di China Eastern con una quota seppure minima.

Non sembra fantascienza che il Premier Conte, nella sua missione in Cina, abbia parlato anche di questo argomento. Ma sulla base dei tempi ristretti, l’ipotesi più probabile è che i vertici di Atlantia si convincano della bontà dell’operazione e FS sostenga le loro buone intenzioni stabilendo una partecipazione paritaria dei due gruppi al 35%.

SPUNTA TOTO, ARRIVA SMENTITA– Nella giornata di venerdì, intanto, erano circolate voci di un possibile ingresso del Gruppo Toto, ma in serata è arrivata la smentita: “Il Gruppo, al contrario di come riportato, tramite la società Renexia non sta preparando nessuna offerta di acquisto per Alitalia da presentare entro martedi’”. Smentita di facciata? Al momento ancora non è dato saperlo.

GOVERNO AL LAVORO – Nel frattempo, Luigi Di Maio, ha assicurato che il Governo ce la “mettera’ tutta” per rilanciare la compagnia e trovare una “soluzione strutturale”: “Per completare questa operazione, che resta di mercato, stanno arrivando le offerte di altri privati, che andranno a comporre il 100% della società”,  ha proseguito offerte “che non sono ancora state formalizzate”.

Alitalia, verso mini-proroga per le offerte. Non oltre metà magg...