Alitalia al collasso: altro salvataggio pubblico in arrivo

C'è l'ipotesi di una garanzia pubblica per sbloccare l'impasse sul piano Alitalia

Nonostante le rassicurazioni del ministro Delrio, che ha escluso “al 99%” un commissariamento di Alitalia da parte dello stato, esiste l’ipotesi concreta dell’intervento di una garanzia pubblica per sbloccare l’impasse sul piano della compagnia di bandiera. Le banche azioniste – Intesa SanPaolo e Unicredit – hanno infatti chiesto l’intervento del governo che sta studiando una soluzione simile a quella adottata per l’Ilva di Taranto, che eviterebbe in questo modo una procedura di infrazione per aiuti di Stato da parte dell’Ue.

Il nocciolo della questione sono i 400 milioni di euro necessari al cosiddetto “contingent equity”, una sorta di piano B che servirebbe a tutelare la stabilità del piano industriale nel caso in cui il progetto non dovesse raggiungere gli obiettivi programmati dal management Alitalia. Duecento milioni sarebbero disponibili a metterli gli emiri di Etihad (azionisti al 49%), gli altri duecento è quanto potrebbe essere garantito dal governo.

L’esecutivo si muove naturalmente con molta cautela: ha subordinato il suo eventuale intervento al raggiungimento dell’accordo sindacati-azienda sul taglio ai costi del personale, e comunque in parallelo ad Etihad.

Per il governo la situazione è “critica”, come ha sottolineato lo stesso Delrio, mentre il ministro dello Sviluppo Calenda ha assicurato che Alitalia “è un’azienda privata e resterà privata, i cittadini italiani non intendono mettere soldi”. La garanzia pubblica altro non sarebbe che un mero prestito, seppure dello Stato.

Leggi anche:
Alitalia: al via i tavoli tecnici ma i sindacati confermano lo sciopero
Alitalia a rischio nonostante il piano. Preoccupano gli esuberi e il costo dei nuovi aerei
VirgilioForum: possibile che paghino sempre i contribuenti?

 

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alitalia al collasso: altro salvataggio pubblico in arrivo