Formula 1 2019: l’ingaggio più basso in griglia è di 170 mila $

Il pilota meno pagato della F1 è Alexander Albon di Toro Rosso che guadagna 170 mila dollari mentre il più pagato rimane Hamilton con 57 milioni

Gli stipendi dei piloti di Formula 1 di quest’anno vanno dai 57 milioni di dollari di Lewis Hamilton ai 170 mila dell’esordiente Alexander Albon di Toro Rosso, che detiene l’ingaggio più basso.

Si tratta di una cifra di tutto rispetto per il ventitreenne britannico, con cittadinanza thailandese, che debutta quest’anno in F1, nonostante guadagni circa la metà del compagno di squadra Daniil Kvyat che ha un ingaggio di 300 mila dollari. Tra gli altri esordienti insieme ad Albon quest’anno ci sono anche Lando Norris di McLaren, che ha ottenuto uno stipendio superiore, pari a 260 mila dollari e l’italiano Antonio Giovinazzi che ne riceve da Alfa Romeo 230 mila.

Albon non è stato la prima scelta del team e non si aspettava di essere ammesso “tra i grandi”. Aveva già firmato un contratto con Nissan per correre nell’elettrico quando è arrivata la chiamata del team di Faenza, la sua grande occasione.
La stagione per lui è cominciata positivamente, con i primi punti in carriera grazie al nono posto in Bahrain. La strada è ancora lunga e avrà tempo di dimostrare le sue capacità, nonostante il brutto incidente di questi giorni durante le prove del Gran Premio di Shangai, da cui è uscito illeso ma con la macchina distrutta.

Nel determinare gli stipendi dei piloti sicuramente incidono i risultati ottenuti, gli anni di esperienza ma si tratta anche di operazioni di marketing e di pubblicità. Proprio i titoli mondiali conquistati nel 2017 e nel 2018 hanno permesso a Lewis Hamilton di aumentare il suo ingaggio da 32 milioni di dollari ai 57 attuali, che lo confermano come più pagato pilota di Formula 1. Il secondo in classifica è Sebastian Vettel di Ferrari, per quattro volte consecutive campione del mondo con Red Bull Racing, seguito da Daniel Ricciardo di Renault con 17 milioni di euro.

La differenza di ingaggio tra i quattro piloti di F1 più pagati e gli altri è notevole, dato che gli stipendi sono in media tutti sotto la soglia dei 10 milioni di dollari, tranne quello di Max Verstappen che riceve da Red Bull 13,5 milioni. Dopo Vlatteri Bottas di Mercedes che guadagna 8,5 milioni, gli stipendi si dimezzano con Kimi Raikkonen di Sauber, fermo a 4,5 milioni e i 4 milioni di Carlo Sainz di McLaren, seguiti da Sergio Perez di Racing Point e Charles Leclerc di Ferrari con 3,5 milioni. Gli stipendi poi diminuiscono ancora, con 1,8 milioni per Romain Grosjean di Haas e 180 mila per George Russel di Williams, fino ai 170 mila di Albon.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Formula 1 2019: l’ingaggio più basso in griglia è di 170 mila&...