Affitti alle stelle per studenti fuori sede, Milano e Roma le città più care

Nel capoluogo lombardo si arriva fino a 500 euro per una singola 

(Teleborsa) – Tempo di rientri dopo le vacanze estive e per milioni di studenti che si preparano ad affrontare la nuova stagione universitaria. Ma il ritorno non sarà particolarmente roseo per gli 850 mila studenti fuori sede che troveranno i canoni d’affitto rincarati del 4% su base annua. In media, uno studente dovrà spendere 400 euro per una stanza singola e 280 per un posto letto in doppia. Tempi duri dunque, e ancora una volta Milano si conferma la città più cara d’Italia, con una singola che può arrivare a costare fino a 500 euro, un dato che sfora di quasi il 30% il dato nazionale e il 5% rispetto a quanto registrato lo scorso anno.

Quando si parla di città universitarie, Roma è sempre presente e si piazza al secondo posto di questa poco invidiabile classifica con una spesa media di 450 euro, per stanze spesso ubicate ben distanti dalle aule universitarie. Nella capitale l’aumento dei prezzi degli affitti rispetto al 2015 è del +6% per una singola e del +3% per una doppia. Terzo posto tra le città universitarie con i prezzi degli affitti più salati per Firenze, destinazione prediletta sia dai fuori sede italiani quanto dagli studenti di tutta Europa: in questa città i prezzi rispetto allo scorso anno tuttavia scendono del 4% per la stanza singola e addirittura del 9% per la doppia. Bologna, sede di un’altra storica università, perde invece posizioni scavalcata da Torino e Siena, che registrano una crescita media dell’8%.

 

Affitti alle stelle per studenti fuori sede, Milano e Roma le città più care
Affitti alle stelle per studenti fuori sede, Milano e Roma le città p...