Trasparenza in volo – Nuove regole Ue per compagnie aeree e aeroporti

Nuove regole Ue per compagnie aeree e aeroporti


Basta con i voli spacciati a 4 euro che all’improvviso diventano cento all’atto dell’acquisto, adesso ci pensa l’Unione Europea a mettere ordine nelle tariffe aeree e non solo.
Con il nuovo regolamento n.1008/08, Bruxelles sancisce così quanto in Italia era già stato stabilito dal decreto Bersani in fatto di “prezzi trasparenti, maggiore sicurezza e servizi competitivi e di qualità per il trasporto aereo”.

  • Innanzitutto il prezzo pubblicizzato del biglietto dovrà essere comprensivo di tutte le tasse e gli oneri che determinano l’esborso finale da parte dell’acquirente.
  • Le componenti del prezzo dovranno inoltre essere specificate una a una: tariffa base, tasse, diritti aeroportuali, etc.
  • I supplementi facoltativi saranno indicati chiaramente e, nell’acquisto online, il cliente non troverà più alcune voci già spuntate.
  • Sarà inoltre vietato differenziare i prezzi in base alla residenza del compratore o alla sede della compagnia viaggi.

Un altro aspetto di cui si occupa la 1008/08 è la sicurezza: le licenze d’esercizio delle compagnie aeree saranno sottoposte agli stessi criteri di controllo in tutti gli Stati europei.

Quanto alle tariffe degli aeroporti, è stato stabilito che gli scali con più di 5 milioni di passeggeri l’anno (in Italia, Malpensa, Fiumicino, Linate, Venezia, Catania, Napoli, Bergamo e Ciampino) dovranno applicare tariffe uguali a tutte le compagnie aeree, definirle chiaramente e dichiarare l’entità dei propri introiti derivanti da tasse aeroportuali.

Si teme che quest’ultima misura determini un aumento dei prezzi, visto che alcuni aeroporti hanno contrattato tariffe ridotte per le compagnie low-cost. Ma in generale si ritiene che una maggiore trasparenza porterà maggiori benefici anche ai viaggiatori, visto che porrà fine agli abusi di posizione dominante messi finora in atto dagli scali europei più importanti.
La direttiva dovrà essere applicata da tutti gli stati membri entro due anni.

Trasparenza in volo – Nuove regole Ue per compagnie aeree e&nbsp...