Acqua: in Italia gli sprechi superano il 40%

In Italia, l’acqua viene sprecata in maniera copiosa e le infrastrutture sono deboli: ecco la situazione

L’acqua ricopre la superficie della terra per oltre il 70%.

È una fonte di vita preziosa, indispensabile per la sopravvivenza degli esseri viventi e per la produzione di alimenti, quali frutta e verdura.

Ci sono zone del pianeta dove è presente in grandi quantità, altre invece in cui scarseggia notevolmente. L’Italia ad esempio, è un Paese ricco di acqua, ma povero di infrastrutture. Si tratta di una condizione che si ripercuote pesantemente sul consumo stesso di questo bene e che genera degli sprechi.

L’allarme arriva da Accadueo che ha sottolineato come gli sprechi di acqua in Italia siano molto alti, tanto da raggiungere il 41,4%. Stando a quanto rilevato, nel 2017 sono stati prelevati 9 miliardi di metri cubi di acqua: di questi, 8,3 miliardi sono giunti alle reti comunali, ma nelle abitazioni ne sono arrivati solo 4,9 miliardi. Dove sono finiti i restanti 4,1 miliardi di metri cubi? A quanto pare sono andati persi durante il tragitto e il motivo è legato alle infrastrutture, per la maggior parte non perfettamente funzionanti e sulle quali sarebbe necessario investire ulteriormente. L’Italia ha ricevuto infatti una sanzione di 25 milioni di euro a cui si aggiungono i 30 milioni per ogni semestre di ritardo, oltre la messa a norma di 74 agglomerati concentrati soprattutto nella regione Sicilia.

Sulla questione degli investimenti finalizzati alla riqualificazione della rete idrica, l’Italia è ben lontana dall’obiettivo di 80€ pro capite fissato dall’Autorità per il gas, l’energia elettrica e il servizio idrico per allinearsi ai livelli degli altri paesi dell’Unione Europea. Inoltre, il 60% delle infrastrutture idriche sono state messe in posa da più di 30 anni e di queste, ben il 25% supera i 50 anni. I maggiori problemi legati alle perdite d’acqua nelle infrastrutture, sono state rilevati al Centro e al Sud Italia e si attestano intorno al 45%.

E i consumi idrici sono stati registrati anche nel settore agricolo. L’Italia, il secondo Paese in Europa per superficie irrigata, ha prelevato per l’agricoltura, nel 2017, 17 miliardi di metri cubi d’acqua, per un consumo di 14,5 e una perdita di ben 2,5 miliardi. Proprio sulla base dei dati riscontrati, Accadueo ha ribadito quanto siano indispensabili investimenti non solo sulle reti idriche, ma anche sugli stessi impianti di depurazione delle acque di scarico, per limitare gli sprechi di acqua.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Acqua: in Italia gli sprechi superano il 40%