Rapporto FIGC, fatturato calcio vale 3,7 miliardi di euro

Il 70% dei ricavi viene dai campionati professionistici

(Teleborsa) Il calcio si conferma ancora una volta una macchina da soldi. Il pallone nel nostro Paese produce infatti un fatturato di oltre 3,7 miliardi di euro, come reso noto da un recente rapporto stilato dalla FIGC. L’analisi parte dalla stagione calcistica 2014/15 e rivela come i campionati professionistici incidano per il 70% dei ricavi totali, per circa 2,6 miliardi di euro. Ma il dato più sorprendente è che i cosiddetti campionati minori, ovvero quelli dilettantistici e giovanili, muovano il 24% del totale con un impatto di quasi un miliardo di euro. In questo mare magnum, i ricavi netti di Figc e Leghe calcistiche hanno un’incidenza pari a 4% (oltre 153 milioni di euro) e 2% (68 milioni).

Quelli che sono aumentati negli ultimi anni sono stati i diritti tv, cresciuti costantemente nell’ultimo lustro, passando dai 105,9 milioni della stagione 2010/11 ai 172,6 milioni del 2014/15, per un totale nel periodo di riferimento di oltre 692 milioni di euro. Cifre di tutto rispetto, ma ancora lontane rispetto ai campionati di Germania (701,9 milioni), Inghilterra (846,7 milioni) e Spagna (866,4 milioni). Criticità del sistema calcio italiano, l’eccessiva dipendenza dai diritti media, che pesano per il 43 per cento del totale dei ricavi complessivi.

Il calcio resta tuttavia ancora ‘malato’, se è vero che nella stagione 2014-2015 solamente 12 delle 86 società analizzate hanno conseguito un risultato economico netto positivo. Le società che hanno registrato un attivo sono appena 7 in Serie A, 3 in Serie B e 2 in Lega Pro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rapporto FIGC, fatturato calcio vale 3,7 miliardi di euro