300 milioni di euro per il rilancio dei consumi

Gli interventi destinati per motorini, elettrodomestici e cucine componibili. Via libera a 800 milioni di euro per la banda larga

Dovrebbe essere di 300 milioni di euro il fondo per sostenere i consumi. È quanto emerge dalla bozza del decreto legge, ancora dunque suscettibile di variazioni.

Dei 300 milioni, la quota maggiore (216 milioni) è destinata agli interventi per «motocicli anche elettrici o ibridi, elettrodomestici e cucine componibili, abitazioni ad alta efficienza energetica, inverter e motori per nautica da diporto».
La bozza del decreto legge incentivi prevederebbe, come è scritto dall’agenzia Ansa, anche il via libera agli 800 milioni di euro per la banda larga. Con tali risorse sarebbero finanziate non solo le reti di comunicazione elettronica, ma una serie di altre misure.

Oltre al potenziamento delle infrastrutture per la banda larga, gli 800 milioni del Fondo per le aree sottoutilizzate serviranno anche per «la realizzazione di un’unità navale per il soccorso alle popolazioni colpite da calamità naturali», «per il sostegno del made in Italy» e per la prosecuzione di interventi per promuovere l’alta tecnologia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

300 milioni di euro per il rilancio dei consumi