Disability card, nuovo servizio Inps per fare richiesta: come funziona

L'Inps ha semplificato le procedure collegate alla domanda di rilascio della card della disabilità. Tutte le novità

L’Inps ha semplificato le procedure per allegare la foto conforme al rilascio della Carta europea della disabilità, realizzando anche un servizio sms ed e-mail dedicato per facilitare la relazione tra l’Istituto e l’utente.

Disability card, cos’è

Dallo scorso 22 febbraio è possibile richiedere la CED, Carta europea della disabilità, tessera digitale simile per forma e materiale alla carta di identità elettronica (CIE) che consente il riconoscimento a livello europeo della condizione di disabilità dei cittadini degli Stati dell’UE.

La Disability card Ue assicura alle persone con disabilità parità di accesso a determinati benefici oltre confine, principalmente per quanto riguarda cultura, attività ricreative, sport e trasporti. La tessera è riconosciuta reciprocamente dagli Stati membri che aderiscono al sistema su base volontaria.

La tessera Ue non modifica le norme o i criteri nazionali in materia di ammissibilità: gli Stati membri mantengono la facoltà di decidere chi può ottenerla in base alla definizione nazionale di disabilità e di stabilire la procedura di rilascio.

Disability card, chi può richiederla

Possono richiedere la Disability card:

  • invalidi civili maggiorenni con invalidità certificata superiore al 67%;
  • invalidi civili minorenni;
  • cittadini con indennità di accompagnamento;
  • cittadini con certificazione ai sensi della legge 104 (articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992)
  • ciechi civili;
  • sordi civili;
  • invalidi e inabili (ai sensi della legge 12 giugno 1984, n. 222);
  • invalidi sul lavoro con invalidità certificata maggiore del 35%;
  • invalidi sul lavoro con diritto all’assegno per l’assistenza personale e continuativa o con menomazioni dell’integrità psicofisica;
  • inabili alle mansioni /ai sensi della legge 11 aprile 1955, n. 379, del D.P.R. 29 dicembre 1973, n. 1092, e del D.P.R. 27 luglio 2011, n. 171, e inabili ai sensi dell’articolo 13 della legge 8 agosto 1991 n. 274, e dell’articolo 2 della legge 8 agosto 1995, n. 335);
  • cittadini titolari di trattamenti di privilegio ordinari e di guerra.

Disability card, le novità nella procedura di domanda

La procedura per fare richiesta è disponibile sul sito Inps e dal 25 agosto 2022 sono state introdotte alcune semplificazioni e novità per rendere più agevole la domanda.

In particolare:

  • sono state semplificate le procedure per allegare la foto conforme necessaria per ottenere la card. Le nuove funzionalità previste consentono all’utente, nel corso dell’iter per la presentazione della domanda, di ritagliare la foto allegata automaticamente di modo da rispettare i requisiti di conformità previsti dalla procedura telematica.
    I servizi di intelligenza artificiale adottati consentono quindi di verificare ed elaborare automaticamente la foto, rendendola compatibile con gli standard tecnici previsti.
  • l’Inps ha inoltre predisposto misure in grado di monitorare i tentativi non completati di inoltro della domanda da parte dell’utente e di consigliare, mediante l’invio di una mail/sms, il miglior percorso nel nuovo tentativo di presentazione della domanda;
  • l’Inps invia anche una mail per avvertire gli utenti in caso di:
    – domanda non accolta a seguito dell’istruttoria automatica;
    – domanda non accolta a seguito dell’istruttoria a carico della sede territoriale competente;
    – stampa e spedizione della carta;
    – carta non stampabile per non conformità della foto allegata;
    – consegna impossibile (indirizzo sconosciuto, soggetto trasferito, soggetto non trovato, ecc.).

L’Inps ricorda inoltre che è possibile fare domanda direttamente oppure delegando le associazioni rappresentative delle persone con disabilità autorizzate dall’Inps all’uso del canale telematico (ANMIC, ENS, UIC, ANFFAS).