TecnoNidi, il fondo per le PMI innovative della Puglia

La Regione Puglia ha messo a disposizione di PMI innovative e startup 30 milioni di euro per l’acquisto di software o di nuove tecnologie

La Puglia è una delle Regioni che sfrutta meglio i soldi provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale. Dimostrazione sono i tanti bandi che vengono promossi durante l’anno per permettere alle piccole e medie imprese di investire nell’innovazione digitale. Uno degli ultimi si chiama TecnoNidi ed è attivo da metà settembre e resterà aperto fino a quando i 30 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Puglia non saranno finiti. Il bando è riservato a tutte le PMI innovative e startup pugliesi attive in diverse filiere che presenteranno un progetto per la manifattura sostenibile, per la salute, per l’ambiente e per le comunità digitali. L’obiettivo è smuovere un po’ le acque e dare l’opportunità alle PMI di investire in digitalizzazione, vero tallone d’Achille delle aziende italiane.

Come funziona il bando TecnoNidi

I progetti presentati dalla PMI devono prevedere un investimento minimo di 25.0000 euro e massimo di 350.000 euro (di cui 250.000 euro per gli investimenti e 100.000 euro per i costi di funzionamento). Il finanziamento copre fino all’80% delle spese sostenute dall’azienda. Tra le spese ammissibili c’è l’acquisto di nuovi impianti, di software per la gestione dell’azienda, di brevetti, immobili, pagamento di polizze assicurative, canoni e abbonamenti. Sarà possibile pagare anche i servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing (posizionamento sui motori di ricerca, siti internet), e per l’innovazione.

Chi può richiedere l’agevolazione

Per poter partecipare al bando TecnoNidi è necessario avere alcuni requisiti:

  • Essere iscritti al Registro delle imprese nella sezione dedicata alle startup innovative
  • Avere la sede in Puglia
  • Aver speso in uno dei tre anni precedenti la domanda, almeno il 10% dei costi totali di servizio in ricerca&sviluppo. In caso di startup che non hanno un bilancio consolidato, è necessario dimostrare, attraverso un consulente esterno, che si rispettando il requisito nell’esercizio finanziario in corso
  • Avere il certificato di riconoscimento del Seal of Excellence, rilasciato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020.
TecnoNidi, il fondo per le PMI innovative della Puglia