Sviluppo Mezzogiorno, accordo tra Anci e Invitalia per le PMI

Firmato un protocollo d’intesa tra Anci e Invitalia che permetterà ai Comuni italiani di ricevere materiale informativo sui finanziamenti e di metterlo a disposizione della cittadinanza. Si parte con Resto al Sud

Un protocollo d’intesa per far ripartire l’economia del Mezzogiorno, puntando sulla creazione di nuove piccole e medie imprese e sulla crescita di quelle esistenti. Questo è quello che prevede l’accordo firmato tra l’Anci (Associaizone Nazionale Comuni Italiani) e Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa presieduta al 100% dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Uno dei problemi principali delle piccole e medie imprese è la difficoltà nel venire a conoscenza dei finanziamenti e dei bandi creati dalle Regioni, dal MiSE e dal MEF. Con la firma del protocollo, Invitalia si assume l’onore di inviare tutto il materiale necessario ai vari Comuni per informarli sui progetti in corso. Ma non solo. Invitalia aiuterà i Comuni a presentare le domande, facendo formazione ai dipendenti e aiutando gli imprenditori. Il protocollo sarà attivo fin da subito e il primo finanziamento ad approfittare della collaborazione sarà Resto al Sud, il bando del MiSE per rilanciare l’imprenditoria giovanile nel Mezzogiorno.

Resto al Sud, il bando per chi vuole investire nel Mezzogiorno

Il progetto “pilota” sarà Resto al Sud, il finanziamento attivo da circa un mese e che ha già ricevuto più di 5400 domande. La voglia dei giovani di investire tempo e denaro nella loro terra d’origine (in questo caso le regioni del Sud) è molta, ciò che manca sono i soldi. Nonostante il successo dell’iniziativa, sono ancora molti i ragazzi che non ne sono a conoscenza. E l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato dall’Anci e da Invitalia ha proprio il compito di informare gli oltre 8000 comuni italiani dei vari finanziamenti dello Stato. Se Invitalia sarà chiamate a inviare materiale informativo ai Comuni, lo stesso dovrà fare il Comune nei confronti della cittadinanza, mettendo a disposizione tutti gli strumenti necessari per partecipare a finanziamenti come “Resto al Sud”.

Perché è importante investire nel Sud

In molti casi non si dà la giusta importanza all’informazione. Soprattutto quando si parla di fondi e opportunità per le piccole e medie imprese. Il protocollo permetterà a tante PMI del Mezzogiorno di scoprire i finanziamenti e i progetti a loro dedicati e potranno cercare di far crescere un’economia che fa fatica a riprendersi. Soprattutto al Sud.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sviluppo Mezzogiorno, accordo tra Anci e Invitalia per le PMI