Dal “Patto per l’Export” al Tender Plus: strategia e strumenti del MISE a sostegno dell’export

Nel 2021 il nostro export è tornato a registrare una crescita importante: partecipa al webinar organizzato da Italiaonline in partnership con il Ministero degli Esteri.

Il 2021 è stato definito un anno di transizione caratterizzato dalla ripresa dell’economia globale con l’uscita di molti paesi dalla pandemia. Il ritorno ad una nuova normalità è stato anche possibile grazie all’apertura internazionale delle nostre aziende, dove l’export ha rappresentato la chiave di volta della crescita economica. L’Italia, economia manifatturiera, con un prezioso patrimonio di PMI che rappresentano il 99% del tessuto produttivo, in grado di offrire sui mercati una vasta gamma di prodotti di eccellenza Made in Italy, ha superato a pieno la sfida della pandemia. Nel complesso del 2021, il nostro export ha registrato una crescita del +18,2 per cento, con un valore di circa 516 miliardi di euro; questi i dati del Ministero degli Esteri.

Dunque dati positivi, ma che tuttavia non nascondo le difficoltà e gli impedimenti che le imprese di minori dimensioni incontrano ancora oggi nell’attuare un processo di crescita all’estero, che ne rendono complessa la scelta di internazionalizzarsi, come ad esempio l’individuazione di una strategia promozionale o i costi per la raccolta delle informazioni. Da sempre il Ministero degli Esteri risponde a queste esigenze, ponendosi l’obiettivo di accrescere il grado di internazionalizzazione delle aziende e la valorizzazione del Made in Italy, mettendo in campo strumenti di carattere promozionale e finanziario. L’attività di sostegno all’internazionalizzazione promossa dalla Farnesina nel corso del 2021 ha preso le mosse dal percorso di messa in opera e costante aggiornamento del Patto per l’Export, le cui linee d’azione sono state alla base del documento conclusivo della IX Cabina di Regia del 15 dicembre 2020.

Tanti sono gli strumenti a disposizione delle aziende per orientarsi sui mercati esteri e coglierne tutte le opportunità: nel 2022 la seconda edizione di Smart Export, un corso di alta formazione, online e gratuito, a beneficio delle nostre aziende. Quest’anno anche la prosecuzione del programma Tender Plus, che si prefigge di offrire alle PMI, anche in forma cooperativa, un percorso di accompagnamento integrato in vista della loro partecipazione alle gare internazionali, basato sui tre pilastri della formazione (Tender Lab), dell’informazione (TenderPass con acceso illimitato e gratuito per 24 mesi a Development Aid, una delle più complete piattaforme, su scala mondiale, di gare internazionali multilaterali che affiancherà la piattaforma Extender) e dell’assistenza (Tender Desk che potrà avvalersi del supporto di 4 desk ICE dislocati presso le maggiori banche multilaterali di sviluppo).

Tante sono anche le partnership che il Ministero degli Esteri ha siglato con importanti operatori del digitale e del commercio elettronico, con i sistemi del Venture Capital internazionali per l’espansione globale delle start-up italiane o con i principali player fieristici internazionali al fine di migliorare il posizionamento delle imprese italiane all’interno delle manifestazioni fieristiche.

Nel quadro delle attività formative a sostegno dell’internazionalizzazione delle PMI per colmare il deficit di cultura digitale e rafforzare le competenze di nuove figure professionali, quali i Temporary e Digital Export Manager, Italiaonline in partnership con il Ministero degli Esteri organizza una nuova edizione di webinar. Il secondo appuntamento è giovedì 22 settembre con un webinar dedicato alla strategia pubblicitaria per lo sviluppo di un export di successo a cui è possibile registrarsi a questo link.

I webinar saranno presentati dalla Italiaonline Academy, la corporate university di Italiaonline nata per la formazione interna e successivamente allargata alla formazione esterna delle aziende, in special modo delle PMI italiane.