Startup spaziali, nuovi fondi in arrivo alla Regione Lazio

Regione Lazio, Agenzia Spaziale Europea e Agenzia Spaziale Italiana mettono a disposizione delle startup spaziali 500.000 euro

La Regione Lazio, insieme all’Agenzia Spaziale Europea e all’Agenzia Spaziale Italiana lanciano il programma ESA BIC Lazio rivolto alle startup spaziali mettendo a disposizione 500.000 euro da investire nello sviluppo di strumenti e tecnologie spaziali da utilizzare in altri settori. Un finanziamento molto importante per un settore strategico che nell’ultimo periodo non aveva beneficiato di agevolazioni. I fondi sono stati messi a disposizione tramite un co-finanziamento tra Regione Lazio e Agenzia Spaziale Italiana.

Come funziona il programma ESA BIC Lazio

In totale il finanziamento ha a disposizione 500.000 euro e le aziende che vinceranno il bando potranno ricevere al massimo 50.000 euro da utilizzare per coprire le spese di prototipazione, lo sviluppo del dispositivo e per la tutela della proprietà intellettuale. Il bando non è rivolto solamente alle startup della Regione Lazio, ma a tutte le giovani aziende che fanno parte dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea) e che vogliono aprire la propria società nei territori laziali.

Due anni all’interno dell’ITech Spazio Attivo Roma Tecnopolo

Oltre a ricevere un finanziamento di 50.000 euro, le startup che entreranno nel programma ESA BIC Lazio dovranno far parte per due anni dell’incubatore ITech Spazio Attivo Roma Tecnopolo. Le startup riceveranno dei consigli su come proseguire la propria attività e avranno una strada privilegiata per trovare nuovi finanziamenti per proseguire la propria attività anche dopo i due anni all’interno dell’incubatore romano.

Come inviare le domande per partecipare

Le startup spaziali interessate al finanziamento della Regione Lazio e dell’Agenzia Spaziale Italiana, dovranno presentare le domande sia in formato elettronico sia cartaceo.

Startup spaziali, nuovi fondi in arrivo alla Regione Lazio