Smart&Start, 95 milioni di euro per le startup innovative

Il Governo mette a disposizione delle startup innovative 95 milioni di euro attraverso il progetto Smart&Start. Ne potranno beneficiare tutte le aziende create negli ultimi 4 anni

Altri soldi in arrivo per le startup innovative: il Governo ha messo a disposizione, attraverso il progetto Smart&Start, 95 milioni di euro per il biennio 2017-2018. In un periodo in cui trovare finanziamenti per le aziende è molto complicato, le startup innovative sono sicuramente avvantaggiate: hanno più tempo per crescere e contemporaneamente più opportunità per trovare soldi da investire nel loro progetto. Inoltre, il Ministero dello Sviluppo Economico si è mostrato molto sensibile verso i problemi delle startup e negli ultimi anni ha messo a disposizione diversi milioni di euro.

Come funziona Smart&Start Italia

Smart&Start Italia non è un vero e proprio bando, ma un progetto dove le varie aziende potranno inviare le loro richieste. Come detto, il Governo ha stanziato 95 milioni di euro e il finanziamento si chiuderà quando i soldi saranno finiti. Per presentare la domanda di partecipazione sarà necessario inviarla online e il Ministero dello Sviluppo Economico avrà tempo fino a 60 giorni per poterla analizzare. Le richieste saranno studiate in ordine cronologico.

Il tetto massimo di ogni progetto

Logicamente ogni progetto potrà ottenere fino a un massimo che non potrà oltrepassare. In Smart&Start Italia il limite massimo è di 1,5 milioni di euro, mentre quello minimo è di 100.000 euro. Per poter accedere al finanziamento la startup innovativa deve essere stata creata entro 48 mesi (4 anni), essere iscritta al Registro delle Imprese e avere sede legale in Italia.

Cosa prevede Smart&Start Italia

Possono partecipare al bando tutte le piccole e medie imprese innovative che presentano dei progetti di investimento sull’economia digitale. Con Smart&Start Italia le nuove startup innovative potranno ricevere un mutuo a tasso zero per poter iniziare la loro attività. Per le imprese già esistenti, invece, l’agevolazione consiste in un finanziamento sempre a tasso zero che copre fino a un massimo del 70% delle spese totali. Il limite arriva fino all’80% nel caso in cui la startup sia composta da under 36 o da donne. Altre agevolazioni anche per le startup che daranno lavoro a ragazzi con un dottorato di ricerca e impegnati da diversi anni in attività di ricerca o di insegnamento.

Smart&Start, 95 milioni di euro per le startup innovative
Smart&Start, 95 milioni di euro per le startup innovative