Sistemi di videosorveglianza, un bando dedicato alle PMI pisane

La Camera di Commercio di Pisa ha creato un bando di 150.000 euro per finanziare l’acquisto di sistemi di videosorveglianza certificati

Per favorire gli investimenti in sicurezza, la Camera di Commercio di Pisa ha messo a disposizione delle PMI locali un fondo da 150.000 euro per finanziare l’acquisto di sistemi di videosorveglianza, per pagare spese di consulenza (anche per la formazione del personale) e quelle relative al rilascio delle certificazioni e attestazione SOA. Proteggere i propri macchinari dai ladri e dai malviventi è di importanza vitale per ogni azienda, ma in particolar modo per le piccole e medie imprese: il furto, anche di un solo impianto produttivo, è una perdita che difficilmente si ammortizza nel tempo.

Cosa prevede il fondo della Camera di Commercio di Pisa

Le agevolazioni verranno concesse sotto forma di voucher e avranno un’intensità differente a seconda dell’ambito in cui verranno utilizzate. Il finanziamento varia tra i 2500 euro e i 3500 euro a seconda della certificazione che si dovrà richiedere per l’installazione dell’impianto. Le PMI potranno ricevere 5000 euro solamente nel caso in cui decideranno di installare un sistema di gestione con due certificazioni invece di una. Nella somma che le PMI riceveranno, è compresa anche la spesa per l’acquisto del sistema di videosorveglianza. I voucher copriranno solamente il 50% delle spese ammissibili. Il bando non copre le spese per il rinnovo di certificazioni già ottenute.

I requisiti per partecipare al bando

Per poter inviare la domanda per la concessione dell’agevolazione, la PMI deve essere iscritta alla Camera di Commercio di Pisa e avere una sede operativa sul territorio. Inoltre, deve essere in regola con il pagamento del tributo annuale.

Come presentare la domanda

Il termine ultimo per presentare la domanda è il 16 novembre 2017, ma il bando potrebbe essere chiuso in anticipo nel caso di esaurimento dei fondi messi a disposizione dalla Camera di Commercio di Pisa.  Ogni azienda può inviare solamente una domanda: in caso di invio multiplo verrà presa in considerazione quella protocollata per prima. Le richieste dovranno essere inviate alla Camera di Commercio tramite indirizzo PEC e con la firma del rappresentante dell’azienda. In allegato ci dovrà essere la documentazione prevista dal bando e una copia scansionata dei documenti di identità del firmatario.

Sistemi di videosorveglianza, un bando dedicato alle PMI pisane
Sistemi di videosorveglianza, un bando dedicato alle PMI pisane