Scadenze fiscali marzo 2017 per PMI e liberi professionisti

Sono circa 50 le scadenze fiscali che attendono le micro, piccole e medie imprese e i liberi professionisti nel mese di marzo. Ecco le più importanti

Mese affollato, quello di marzo 2017. Quanto meno a livello fiscale. A leggere lo scadenziario, infatti, si scopre che PMI e liberi professionisti sono attesi da poco più di 50 adempimenti di varia natura. La gran parte sono concentrati nella seconda metà del mese (il 16 marzo e il 31 marzo in particolare), mentre le prime due settimane sono caratterizzate dalla dichiarazione IVA relativa all’anno di imposta 2016. Scopriamo nel dettaglio quali sono le scadenze fiscali più importanti che attendono PMI e liberi professionisti.

Scadenze fiscali marzo 2017

  • 3 marzo 2017. Presentazione della dichiarazione IVA 2017 riferita all’anno di imposta 2016; registrazione e versamento dell’imposta di registro (senza dover pagare alcun interesse di mora) relativa ai contratti di affitto o locazione stipulati con decorrenza dal 1 febbraio 2017 o con rinnovo tacito in quella data
  • 7 marzo 2017. Lo scadenziario fiscale prevede la trasmissione e la comunicazione dei sostituti d’imposta per i modelli 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle entrate e delle Certificazioni uniche 2017 rilasciate ai propri sostituti e relative all’anno di imposta 2016
  • 16 marzo 2017. Giorno più affollato dello scadenziario fiscale di marzo 2017. Data ultima per il versamento delle ritenute effettuate nel mese precedente come sostituto d’imposta per 16 differenti adempimenti. Sempre entro questa data si dovrà effettuare il versamento saldo IVA (in un’unica soluzione o la prima rata) relativa all’anno d’imposta 2016 così come risulta dalla dichiarazione IVA annuale. Le società di persone, società individuali, le Snc e le SaS dovranno dichiarare e liquidare anche la quota IVA mensile
  • 31 marzo 2017. Consegna agli interessati della Certificazione unica relativa al 2016; registrazione e versamento dell’imposta di registro per contratti di affitto o locazione stipulati con decorrenza dal 1 marzo 2017 o con rinnovo tacito in quella data; presentazione della domanda di adesione alla “Dichiarazione di adesione alla definizione agevolata” dei carichi Equitalia dal 2000 al 2016 (la cosiddetta rottamazione delle cartelle Equitalia)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scadenze fiscali marzo 2017 per PMI e liberi professionisti