Scadenze fiscali maggio 2019 per PMI e liberi professionisti

Scopri gli appuntamenti fiscali da rispettare a maggio 2019 per le piccole e medie imprese e le partite IVA

Aprile si è appena concluso e le aziende, soprattutto le PMI, già pensano agli appuntamenti fiscali che le attendono a maggio 2019. Il mese precedente è stato molto pesante con tante scadenze fiscali importanti: maggio sarà un po’ più leggero con tutti gli appuntamenti più importanti fissati nella seconda metà del mese. Tra i giorni da segnare sul calendario troviamo il 16 maggio, classico appuntamento mensile in cui le aziende sono obbligate a versare i contributi all’INPS, e il 31 maggio (esterometro e la comunicazione liquidazione Iva – LIPE). Ecco tutte le scadenze fiscali di maggio 2019 per PMI e liberi professionisti.

Scadenze fiscali maggio 2019 per imprese e partite IVA

  • 15 aprile. I principali appuntamenti fiscali di maggio 2019 sono collocati tutti nella seconda parte del mese. Si inizia il 15 maggio con la registrazione dei corrispettivi per gli esercenti e per coloro che operano nella grande distribuzione. Sempre il 15 maggio è l’ultimo giorno per emettere e registrare le fatture relative ai beni consegnati e spediti nel mese solare precedenti. Infine, le partite IVA devono registrare le fatture con importo inferiore ai 300 euro.
  • 16 aprile. Il 16 aprile c’è la classica scadenza fiscale che ogni PMI deve rispettare: versamento dei contributi dei dipendenti all’INPS o la ritenuta d’acconto, oltre allo svolgimento del ruolo di sostituto d’imposta. Gli artigiani e i commercianti, invece, devono versare i contributi minimi obbligatori relativi al primo trimestre 2019. I soggetti IVA, inoltre, dovranno liquidare e versare l’IVA del mese precedente. Chi è in ritardo con il primo versamento della rata saldo IVA, può farlo pagando una piccola mora entro questa data.
  • 27 aprile. Gli operatoori intracomunitari devono presentare gli elenchi INTRASTAT sulle cessioni intracomunitarie di beni e servizi.
  • 30 aprile. Anche ad aprile è tempo di fatturazione elettronica. Ma non riguarda tutte le piccole e medie imprese, solamente coloro a cui è stata conferita una procura speciale per la presentazione di un modulo per la delega. I documenti devono essere inviati tramite PEC all’Agenzia delle Entrate.
  • 31 aprile. Ultimo giorno del mese fitto di scadenze fiscali per PMI e partite IVA. Si parte con la comunicazione della liquidazione IVA relativa al primo trimestre 2019. Si prosegue con l’esterometro 2019, il nuovo strumento con la quale le aziende comunicano i dati relativi alla cessione di beni e servizi effettuati nel mese di aprile con soggetti extra UE. Infine, entro il 31 maggio i contribuenti possono avvalersi della definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scadenze fiscali maggio 2019 per PMI e liberi professionisti