Scadenze fiscali di aprile 2018 per PMI e liberi professionisti

Spesometro e dichiarazione IVA 2018: aprile sarà un mese pieno di appuntamenti importanti per PMI e liberi professionisti. Ecco le date più importanti

Dopo i primi tre mesi tutto sommato abbastanza tranquilli, per le piccole e medie imprese e i libero professionisti aprile è un mese con molti appuntamenti fiscali importanti. Ad esempio, per il 6 aprile è fissata la scadenza della presentazione dello Spesometro 2017 (dati delle fatture messe e ricevute nel secondo semestre 2017) dopo il rinvio di quasi due mesi deciso dal Governo. A fine mese, invece, c’è l’appuntamento con la presentazione della dichiarazione IVA 2018 per tutti i titolari di partita IVA e per le attività commerciali. Il resto del mese, però, non è esente da scadenze fiscali importanti: il 16 aprile c’è il classico appuntamento con il versamento dei contributi e dell’addizionale comunale all’IRPEF.

Appuntamenti fiscali aprile 2018 per PMI e libero professionisti

  • 3 aprile. Entro il 3 aprile le aziende sono obbligate a consegnare ai propri dipendenti la Certificazione Unica Sintetica 2018 contenente tutti i dati relativi ai redditi derivanti da lavoro dipendente. I datori di lavoro sono obbligati a registrare e stampare il Libro unico del lavoro.
  • 6 aprile. Torna uno degli appuntamenti più odiati dalle aziende, quello con lo Spesometro. Previsto inizialmente per il 28 febbraio, il Governo ha preferito posticiparlo al 6 aprile. Entro questo giorno, le PMI dovranno comunicare i dati delle fatture emesse e ricevute durante il secondo semestre del 2017. Il 2017 è stato il primo anno d’applicazione dello Spesometro e la comunicazione delle aziende allo Stato è stata semestrale, ma per il 2018 l’invio dello spesometro sarà trimestrale.
  • 16 aprile. Come accade ogni 16 del mese, anche ad aprile le aziende saranno obbligate ad assumere il ruolo di sostituto d’imposta. Si tratta di uno degli appuntamenti fiscali più importanti dell’anno e vede le imprese impegnate nel dover versare i contributi dei propri dipendenti all’INPS e l’addizionale comunale all’IRPEF. Ma non solo. Si dovrà versare anche le ritenute per il lavoro autonomo e la liquidazione dell’Iva mensile.
  • 20 aprile. Coloro che sono iscritti alla Previndapi dovranno versare il loro contributo trimestrale, mentre le aziende del settore logicistico, dei trasporti e delle agenzie marittime dovranno versare i contributi dei loro dipendenti
  • 30 aprile. L’ultimo giorno del mese vedrà i liberi professionisti e gli esercenti dover presentare la dichiarazione IVA 2018 relativa all’anno d’imposta 2017. I datori di lavoro agricolo dovranno dichiarare le giornate impiegate e la retribuzione corrisposta nel trimestre precidente ai propri dipendenti.
Scadenze fiscali di aprile 2018 per PMI e liberi professionisti