Rinnovo contratto Ccnl Commercio, cosa cambia per le aziende

Con il rinnovo contrattuale del Ccnl Commercio i dipendenti avranno un aumento salariale da novembre 2017. Cambiamenti per le aziende

Un deciso passo in avanti verso un miglioramento della vita dei lavoratori e della solidità delle aziende. Il rinnovo contrattuale del Ccnl commercio, per una volta, rende felici sia i dipendenti, che avranno un aumento economico, sia le PMI, che potranno sottoscrivere con i propri lavoratori dei bonus variabili legati alla produttività. In questo modo le piccole e medie imprese potranno godere degli sgravi fiscali promessi dal governo e i dipendenti vedere riconosciuto il proprio lavoro quotidiano.

Cosa prevede il rinnovo contrattuale Ccnl commercio

L’accordo tra le parti sociali e le aziende è stato trovato su tutti i fronti e mancano solo le firme di rito affinché il nuovo contratto entri in funzione. Le nuove regole retributive riguarderanno i tre milioni di persone che lavorano all’interno del settore commercio che beneficeranno di un aumento retributivo dal novembre 2017. Secondo quanto previsto dall’accordo, le aziende che applicano il contratto dovranno versare ai dipendenti un aumento salariale di 85 euro per il IV livello, che sarà adattato poi a tutti gli altri livelli e dovrà essere versato in cinque diverse tranche.

Elemento economico di garanzia

Altra novità interessante del rinnovo contrattuale Ccnl Commercio riguarda l’erogazione da parte delle aziende ai propri dipendenti dell’elemento economico di garanzia che varierà a seconda della grandezza della PMI. Secondo l’accordo le società con più di dieci dipendenti saranno tenute a versare ai lavoratori una cifra di 90 euro, mentre per le aziende più piccole la cifra sarà di 80 euro (la somma è da ripartire a seconda del livello). L’elemento di garanzia grava sulle spalle delle aziende che non hanno una contrattazione integrativa territoriale e deve essere riconosciuta ai lavoratori con contratto a tempo indeterminato, d’inserimento e d’apprendistato.

Nuove linee contrattuali

Nell’accordo sono state fissate anche le regole per i prossimi rinnovi contrattuali che dovranno tenere in considerazione la situazione macro-economica delle aziende e del Paese. Inoltre, per favorire nuovi investimenti le aziende potranno non rispettare il contratto nazionale, attraverso degli accordi territoriali. Per contrastare crisi aziendali e le PMI sarà possibile sottoscrivere dei contratti ad hoc per sostenere le società nei momenti di difficoltà.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rinnovo contratto Ccnl Commercio, cosa cambia per le aziende