Ricostruzione post-sisma, contributi alle PMI laziali

La regione Lazio ha finanziato circa 30 milioni di euro, suddivisi in sei diversi provvedimenti, per aiutare le piccole e medie imprese operanti nei territori colpiti dal terremoto

La Regione Lazio ha predisposto dei nuovi finanziamenti per aiutare le PMI che operano nei territori colpiti dal sisma del Centro Italia. Sono circo 30 i milioni destinati alle piccole e medie imprese tra risorse nazionali e regionali.

In un incontro tenutosi a Rieti tra la Regione Lazio e le imprese interessate ad investire nelle zone colpite dal sisma, è emerso che al momento sono circa 700 le aziende laziali che hanno usufruito dei benefici regionali per ripartire dopo il tragico evento del terremoto. Per un investimento totale di 11,2 milioni di euro. Per andare incontro ulteriormente alle PMI laziali, si è deciso di destinare sei ulteriori provvedimenti di finanziamento per un totale di altri 30 milioni di euro. Ogni provvedimento finanzierà progetti diversi e avrà delle scadenze differenti.

I sei finanziamenti per le PMI colpite dal sisma nel Lazio

Come sottolineato, l’accesso al credito sarà suddiviso in sei provvedimenti. Tre milioni di euro regionali andranno a fondo perduto, fino a un massimo di 20mila euro per progetto, e sono destinati ad aiutare gli investimenti produttivi delle varie PMI. Per questo bando non c’è una data di scadenza delineata. Due milioni di euro invece andranno a beneficio dei soggetti non bancabili attraverso la formula del microcredito. In questo caso per presentare la domanda bisognerà aspettare il 3 maggio. Poco meno di 5 milioni verranno destinati invece alle imprese che prevedono degli investimenti fino al milione e mezzo di euro. Il 30% dei progetti vincitori per questo bando è riservato alle aziende operanti nei territori di Amatrice e Accumoli. Circa 6,7 milioni invece verranno destinati a tutte le PMI della regione Lazio coinvolte nei territori colpiti dal sisma per progetti e investimenti superiori al milione e mezzo di euro. Per questo bando le domande vanno presentate tra il 10 maggio e il 9 luglio 2018. Nove milioni verranno infine destinati al credito d’imposta e 4,6 milioni di euro per il cosiddetto danno indiretto. Ovvero per tutte quelle aziende che hanno avuto un calo del fatturato evidente a causa del terremoto. Quest’ultimo bando uscirà nel giugno 2018.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ricostruzione post-sisma, contributi alle PMI laziali