PMI, voucher da 10.000 euro per acquisto software e PC

L’agevolazione è finanziata direttamente dal Mise ed è rivolta alle micro, piccole e medie imprese. Dovrebbero entrare in vigore entro la fine dell’anno

I voucher per la digitalizzazione delle PMI faranno il loro debutto molto presto, probabilmente entro la fine dell’anno. Dopo un iter piuttosto burrascoso e a 2 anni dall’ufficializzazione dell’agevolazione, i voucher potranno essere utilizzati dalle micro, piccole e medie imprese. I voucher per la digitalizzazione delle PMI furono approvati con il Decreto Destinazione Italia, ma dal Ministero dello Sviluppo Economico non è mai arrivato il decreto di emanazione dello strumento. Con l’arrivo del Ministro Calenda la situazione si dovrebbe essere sbloccata e presto le PMI potranno utilizzare i 10.000 euro del voucher per l‘acquisto di software, hardware e PC.

Come funzionano i voucher digitalizzazione PMI

I fondi a disposizione delle piccole e medie imprese per iniziare il processo di digitalizzazione è in totale di 100 milioni di euro, ma ogni azienda potrà beneficiare al massimo di 10.000 euro. L’obiettivo del Ministero dello Sviluppo Economico è di incentivare le aziende a investire nella loro digitalizzazione: per restare competitive in un mercato sempre più globale è necessario avere almeno un sito internet e aprire un e-commerce. Senza i software e l’hardware adatto, riuscire a vincere questa sfida è quasi impossibile.

A chi sono rivolti i voucher per la digitalizzazione delle PMI

I voucher per la digitalizzazione sono rivolti alle micro, piccole e medie imprese di otto Regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia. Non è escluso che nei prossimi mesi lo strumento venga reso disponibile per le PMI di tutto il Paese. Oltre al requisito territoriale, ci saranno anche altre regole da rispettare: i voucher digitalizzazione PMI non sono rivolti alle aziende che operano nell’agricoltura, nella pesca e nell’acquacoltura. Inoltre, non devono essere sottoposte a procedura fallimentare.

Quali spese sono ammissibili

Sono diverse le spese che potranno essere finanziate dai voucher digitalizzazione PMI. Si potrà acquistare hardware, software o consulenze per avviare il processo di digitalizzazione della PMI o per la modernizzazione dell’impianto di produzione. Inoltre, si potranno acquistare computer per facilitare il telelavoro dei propri dipendenti. Le aziende potranno utilizzare i voucher anche per realizzare degli e-commerce: i soldi possono essere utilizzati per l’acquisto dell’architettura del negozio online e per il pagamento dei consulenti. Sono ammissibili anche le spese per le infrastrutture tecniche per la banda larga e ultralarga. Infine, i voucher finanziano anche i corsi di formazione dei dipendenti delle PMI.

Come richiedere i voucher

I voucher digitalizzazione PMI saranno erogati direttamente dal Ministero dello Sviluppo Economico, ma sarà necessario aspettare ancora un po’ di tempo per capire le modalità per presentare la domanda.

PMI, voucher da 10.000 euro per acquisto software e PC