PMI, per la formazione dei dipendenti in arrivo 7 milioni di euro

Per il secondo semestre del 2017 la FAPI ha previsto un investimento di sette milioni di euro per migliorare le capacità dei dipendenti delle aziende italiane

Il Consiglio di amministrazione del Fapi, il Fondo interprofessionale paritetico costituito da CONFAPI, CGIL, CISL e UIL per promuovere lo sviluppo della formazione continua nelle PMI, ha deciso che per il secondo semestre del 2017 le aziende avranno a disposizione sette milioni di euro da investire per migliorare il know how dei propri dipendenti. Il Fapi andrà a finanziare le singole imprese, i piani formativi presentati da più aziende e quelli realizzati dalle Reti di imprese.

I bandi a disposizione

In totale gli avvisi a disposizione delle piccole e medie imprese saranno quattro.

  • Il finanziamento “Sportello impresa” sarà lanciato a settembre e avrà in dotazione 1,4 milioni di euro. Potrà essere utilizzato sia dalle aziende con più di cinquanta dipendenti, sia da quelle con meno di cinquanta lavoratori. È rivolto alle singole imprese;
  • Seicentomila euro saranno utilizzati per rifinanziare un bando lanciato nella prima metà del 2017 e che ha visto esaurire le risorse in poco meno di ventiquattro ore. Le risorse che non saranno utilizzate in questo bando saranno riversate nel progetto “Sportello impresa”. Il bando è rivolto ai piani formativi presentati dalle singole aziende;
  • Il bando “Generalista territoriale” è dedicato ai piani formativi presentati da più aziende e mira a sviluppare le competenze specialistiche dei dipendenti. Il piano presentato deve essere affine al settore dell’azienda per essere approvato dal Fapi;
  • L’ultima agevolazione, invece, è denominata “Sportello conto di rete” e avrà a disposizione un milione di euro. Il bando è dedicato alle Reti di imprese ed è destinato alla formazione continua dei dipendenti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PMI, per la formazione dei dipendenti in arrivo 7 milioni di euro