PMI Nord Est, in aumento la produzione e il consumo dell’elettricità

Dai dati dell’Osservatorio Caem Confartiginato nel primo trimestre 2017 si segnala tra le aziende un aumento del consumo dell’energia elettrica dell’1,7%

Uno dei segnali per capire se l’economia è in ripresa è la produzione industriale. Solitamente se gli ordinativi e la produzione sono in crescita, lo sono anche l’economia e il PIL. Ma in mancanza di questi dati, è possibile capire se un’economia è in crescita tramite altre informazioni: ad esempio prendendo a riferimento il consumo elettrico delle piccole e medie imprese. Ed è esattamente quello che ha fatto l’Osservatorio Caem Confartigianato Vicenza che ha raccolto i dati sui consumi elettrici di oltre 4000 siti produttivi sparsi tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia. Dai dati sul primo trimestre 2017 è emerso che il consumo di elettricità è in netto aumento rispetto allo stesso periodo del 2016, segnale che le aziende hanno lavorato e prodotto di più.

Consumi elettrici in aumento

Dalla ricerca portata avanti dall’Osservatorio Caem (Consorzio Acquisti Energia & Multiutility) della Confartigianato di Vicenza nel primo trimestre 2017 i consumi elettrici nelle aziende che fanno parte del consorzio sono aumentati dell’1,7% rispetto allo stesso periodo del 2016. La ricerca è stata condotta su 4236 siti produttivi che coprono gran parte delle piccole e medie imprese del Nord-Est. La crescita, però, non ha interessato tutti i settori produttivi: estetisti, acconciatori, marmisti, odontotecnici hanno fatto registrare una diminuzione dei consumi. I settori, invece, dove c’è stato un aumento significativo sono quello della moda, della comunicazione e l’oggettistica per la casa.

I dati su base regionale

L’Osservatorio Caem della Confartigianato di Vicenza ha rilasciato i dati anche su base territoriale: le province con il segno più davanti sono quelle di Gorizia (+3,7%), Pordenone (3,4%), Venezia (2%), Padova (2%) e Vicenza (2%). Udine e Treviso ha realizzato una crescita più contenuta.

I dati sui consumi elettrici non assicurano al 100% che l’economia è in ripresa o in crescita, ma sono sicuramente uno dei fattori decisivi per un aumento del PIL. La conferma potrà arrivare solo dai dati ufficiali sul prodotto interno lordo italiano che ogni trimestre l’Istat rilascia.