PMI, nei prossimi mesi oltre 800mila assunzioni

Secondo i dati raccolti dal Progetto Excelsior, le piccole e medie aziende avrebbero intenzione di assumere 875mila persone tra agosto e ottobre 2017

La ripresa italiana prende sempre più vigore e a segnalarlo non sono solamente i buoni dati diffusi dall’Istat. Anche le statistiche elaborate dal Progetto Excelsior, portato avanti da Unioncamere in accordo con l’ANPAL sulle previsioni occupazionali delle imprese private dell’industria e dei servizi tra agosto e ottobre 2017, rivelano che l’economia è in ripresa e che le aziende, anche piccole e medie, sono pronte ad assumere quasi 875mila lavoratori nei prossimi due mesi. Dati molto positivi, che però dovranno essere confermati dai numeri reali.

Chi è alla ricerca di nuovi dipendenti

La maggior parte dei nuovi posti di lavoro sono nel settore terziario (613mila, il 70% del totale), soprattutto nei servizi riservati alla persona, al commercio e quelli legati all’accoglienza. Il settore industriale, invece, raccoglie il restante 30% delle ricerche di personale dei prossimi due mesi. Buono anche il dato che riguarda la ricerca di personale femminile: per il 15,4% dei lavori le aziende hanno indicato di preferire le donne (il dato per gli uomini è del 28,8%, mentre per il 55,8% dei posti disponibili il genere è indifferente). Ai giovani, invece, sarà destinato il 34,2% dei posti di lavoro.

Quali sono le professioni ricercate

Il 27,6% delle professioni ricercate è da inserire all’interno di attività legate ai servizi o al commercio, mentre il 14,8% delle ricerche sarà per operai di macchinari. Altra professione molto ricercata saranno gli artigiani. Trovare i giusti dipendenti, però, non sarà così semplice: le piccole e medie imprese prevedono molte difficoltà nel trovare il giusto dipendente.

I dati Regione per Regione

I dati forniti dal Progetto Excelsior dividono gli 875mila possibili posti di lavoro anche su base regionale. E i dati forniscono un’istantanea della situazione economica italiana. A guidare la classifica con il maggior numero di nuove richieste di lavoratori è la Lombardia (oltre 180.000), seguita dal Lazio, Veneto ed Emilia Romagna (circa 80.000 a testa). Il Nord-Est si rivela la macro Regione più attiva sotto questo profilo, con oltre 200.000 nuovi lavoratori nei prossimi due mesi. E il Sud? I dati non sono negativi. Le aziende presenti nelle Regioni del Mezzogiorno e nelle isole prevedono di assumere più o meno lo stesso numero di dipendente del Nord-Est: poco più di 200.000.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PMI, nei prossimi mesi oltre 800mila assunzioni