PMI, l’occupazione continua a crescere a febbraio

Secondo i dati dell’Osservatorio mercato del lavoro CNA, a febbraio l’occupazione nelle piccole e medie imprese è cresciuta dello 0,4% rispetto a gennaio

Continua a crescere l’occupazione all’interno delle PMI, soprattutto a seguito della norma introdotta con la Legge di Stabilità del 2015 che ha permesso alle aziende di sfruttare la decontribuzione per l’assunzione a tempo indeterminato. A certificarlo è l’ultima ricerca dell’Osservatorio Mercato del Lavoro CNA, curato mensilmente dal Centro Studi della confederazione su un campione di 20.500 piccole e medie imprese artigiane. A febbraio l’occupazione delle PMI è cresciuta dello 0,4% rispetto al mese di gennaio e di 2,2% su base annua.

I dati sull’occupazione

Dai dati raccolti dall’Osservatorio Mercato del Lavoro CNA le donne rivestono un ruolo sempre più importante all’interno delle PMI in cui lavorano: ben il 77% delle dipendenti ha un contratto a tempi indeterminato, un 4% in più rispetto agli uomini. Nonostante alcuni problemi che possono scaturire all’interno delle società, le donne sono la spina dorsale di alcuni settori dell’economia italiana e le PMI senza il loro lavoro non potrebbero andare avanti.

Dati in chiaroscuro

Facendo un raffronto con i dati precedenti l’introduzione della decontribuzione per l’assunzione a tempo indeterminato (dicembre 2014), l’occupazione nelle micro e piccole imprese italiane è aumentata del 6,2%. Il dato positivo è trainato soprattutto dall’aumento dell’occupazione negli ultimi mesi. Dall’altro lato, però a febbraio sono aumentate anche le cessazioni (+13,4% rispetto l’anno precedente), anche se in calo rispetto a gennaio (+20,5%). Le cessazioni hanno riguardato soprattutto i contratti a tempo determinato e l’apprendistato.

Le analisi dell’Osservatorio Mercato del Lavoro CNA

Disaggregando i dati dell’Osservatorio, si nota un calo nel numero dei contratti a tempo indeterminato e un aumento delle altre forme contrattuali (tempo determinato e apprendistato). L’andamento dimostra che alla conclusione della decontribuzione statale le aziende hanno smesso di assumere a tempo indeterminato. Nonostante un cambio nelle strategie del Governo, le piccole e medie imprese hanno comunque dimostrato una certa dinamicità e voglia di investire nei giovani.

PMI, l’occupazione continua a crescere a febbraio