PMI, la Regione Sicilia mette a disposizione oltre 28 milioni di euro

Le sovvenzioni coprono i costi di iniziative imprenditoriali nel campo delle energie rinnovabili e nel campo delle attività extra agricole

La Regione Sicilia mette a disposizione dei finanziamenti a fondo perduto promuovendo due bandi. L’intento dell’iniziativa è favorire la valorizzazione delle proprie aree rurali. Uno è destinato allo sviluppo di imprese extra agricole, che operano in settori del commercio, turismo, artigianato, servizi e innovazione tecnologia. Il secondo bando, invece, ha come obiettivo la creazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile. La sovvenzione distribuisce alle aziende, anche non agricole, un totale di 28,6 milioni di euro: 20 milioni per le imprese che presenteranno domanda per progetti extra agricoli, e 8,6 milioni di euro per quelli che riguardano le fonti di energia rinnovabile.

Gli obiettivi dei finanziamenti

I bandi rientrano nel “Programma di Sviluppo Rurale Sicilia 2014-2020” e permetteranno di coprire le spese di diversi progetti non agricoli. Il bando è dedicato alle attività commerciali, turistiche, come ad esempio i B&B, artigianali, ma anche di progetti in campo tecnologico e dei servizi. Lo scopo di questo bando è incrementare le attività economiche in Sicilia e, dunque, aumentare l’occupazione, soprattutto per donne e giovani. I progetti presentati dovranno avere un costo minimo di 30 mila euro e non potranno superare i 266.000 euro.

L’altra iniziativa, quella afferente alle energie rinnovabili, punta sempre a promuovere la crescita dei posti di lavoro, attraverso la nascita di nuove aziende, ma soprattutto mira ad aumentare l’adozione di forme energetiche alternative a quelle tradizionali, contribuendo in questo modo alla diminuzione delle emissioni di gas serra.

Temi di presentazione domande

Per chiedere il finanziamento di attività extra agricole e per lo sviluppo di progetti di energia rinnovabile i tempi sono diversi per ciascun bando. In merito al primo, le domande potranno essere presentate dal 27 ottobre 2017 e fino al 20 febbraio 2018. Gli interessati dovranno caricare le richieste all’interno del portale SIAN di AGEA.

Per quanto riguarda, invece, la seconda sovvenzione, le domande di finanziamento si aprono il 16 ottobre 2017 e si chiudono il 31 gennaio 2018. Anche in questo caso dovranno essere inserite dentro la piattaforma SIAN.

Le domande, dopo la presentazione online, dovranno essere inviate anche in forma cartacea, secondo i tempi e il luogo previsto dai bandi.

PMI, la Regione Sicilia mette a disposizione oltre 28 milioni di euro
PMI, la Regione Sicilia mette a disposizione oltre 28 milioni di ...