PMI innovative, un bando da growITup per l’agricoltura 4.0

L’azienda New Holland insieme a growITup è alla ricerca di piccole e medie imprese innovative che abbiano idee interessanti per l’agricoltura 4.0

La crisi economica ha fatto riscoprire agli italiani l’importanza dell’agricoltura, un settore che produce ricavi per 33 miliardi di euro e che negli ultimi anni è tornato a crescere con sempre più giovani pronti a investire nell’acquisto di terreni. L’arrivo di una nuova generazione di agricoltori ha permesso alle aziende italiane di fare un passo in avanti sotto il profilo tecnologico: utilizzare smartphone, droni e computer per decidere cosa piantare e in quale periodo non è più un tabù.

Soprattutto droni e big data sono diventati due fattori fondamentali nell’agricoltura di precisione: i quadricotteri sorvolano i terreni e tramite speciali sensori analizzano lo stato di salute delle piante. I dati raccolti vengono inviati a speciali programmi che li analizzano e aiutano gli agricoltori ad affrontare eventuali situazioni di emergenza. Che il futuro dell’agricoltura sia legato a quello della tecnologia lo sanno bene gli uomini e le donne di growITup che insieme a New Holland, azienda leader nella produzione, nella vendita e nell’assistenza di macchine agricole, hanno dato vita al bando Precision Farming, che mette a disposizione dei finanziamenti alle imprese che sviluppano progetti per l’agricoltura 4.0PMI innovative, un bando da growITup per l’agricoltura 4.0.

Cosa prevede il bando Precision Farming

New Holland e growITup sono alla ricerca di PMI e startup innovative che permettano all’agricoltura italiana di fare un deciso passo in avanti verso il futuro. L’agricoltura di precisione rappresenta un’opportunità per la crescita: terreni controllati ogni giorno per vedere il loro stato di salute, la crescita delle piante analizzata tramite i droni e lo studio dei big data potranno dare grosse soddisfazioni agli agricoltori italiani. Per questo motivo New Holland vorrebbe anticipare il futuro, scoprendo le migliori realtà italiane nel campo dell’agricoltura 4.0.

I campi in cui devono operare le PMI innovative

I progetti presentati dalle PMI e dalla startup innovative devono far parte in uno dei settori evidenziati nel bando dalle due aziende:

  • Farm Management: gestione dell’azienda tramite l’analisi dei big data e data visualization;
  • Accounting: gestione finanziaria
  • Precision Agriculture: droni, monitoraggio del terreno
  • Agronomy: meteo, scelta degli orari di irrigazione, benessere delle colture
  • Legal: regolamenti europei
  • Food Traceability: certificazioni di qualità del prodotto.

Le domande potranno essere presentate fino al 6 giugno

PMI innovative, un bando da growITup per l’agricoltura 4.0