PMI, il settore fieristico italiano punta all’internazionalizzazione

L’associazione esposizione e fiere italiane ha siglato un accordo con SACE e SIMEST, aziende della CDP per migliorare le fiere organizzate in Italia

Partecipare alle fiere di settore è una dei momenti più importanti per una piccola e media impresa: permette di prendere contatti con i futuri clienti e di capire come si stanno muovendo le altre aziende. Il settore fieristico italiano è uno dei più importanti d’Europa con centinaia di eventi organizzati ogni anno. Tra i tanti pregi delle fiere italiane, c’è un difetto che ne mette in pericolo il futuro: la mancata partecipazione delle aziende estere. Oltre il 70% degli espositori è rappresentato da aziende italiane (per la maggior parte PMI), con il solo 28% di imprese che arrivano dall’Estero. Per questo motivo, l’AEFI, l’associazione esposizione e fiere italiane ha siglato un accordo con SACE e SIMEST per internazionalizzare gli eventi organizzati in Italia.

Cosa prevede l’accordo

SACE e SIMEST sono due aziende della Cassa Depositi e Prestiti e sono specializzate nell’export e nell’internazionalizzazione delle PMI e delle aziende. In questo caso metteranno a disposizione dell’AEFI le proprie conoscenze e il proprio supporto organizzativo. L’accordo siglato ha l’obiettivo di promuovere aree comune di intervento che permetteranno alle fiere italiane di crescere anche sotto il profilo internazionale. Non solo per quanto riguarda il numero degli espositori stranieri ma anche per quello degli espositori.

I numeri del settore fieristico in Italia

Il settore delle fiere fa registrare dei numeri molto importanti, ma il più interessante è sicuramente quello legato all’export. Infatti, il 50% dell’export delle imprese del Bel Paese è legato alla partecipazione alle fiere: le aziende fanno conoscere i propri prodotti e grazie anche alla spinta del Made in Italy riescono ad aumentare le proprie vendite.

Secondo le previsioni, nel 2017 le aziende italiane dovrebbero partecipare a quasi 1000 fiere, di cui 89 organizzate all’estero. Ben 200 fiere saranno di respiro internazionale con espositori e visitatori provenienti da ogni parte del Mondo. Il numero degli espositori dovrebbe superare i 200.000 mentre quello dei visitatori superare i ventidue milioni.

PMI, il settore fieristico italiano punta all’internazionalizzazione