PMI, il numero di persone occupate continua ad aumentare

A maggio l’occupazione nelle PMI ha fatto segnare un +3,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e un +0,8% rispetto ad aprile

Gli ultimi dati sull’occupazione in Italia non sono incoraggianti. Nonostante gli strumenti messi in campo dal Governo (Jobs Act, taglio del costo del lavoro nei primi anni per chi assume a tempo indeterminato), nell’ultimo periodo il tasso di disoccupazione è tornata a crescere, con la perdita di circa 50.000 posti di lavoro. Ma il fenomeno non sembra toccare le PMI, che secondo i dati del Centro Studi dell’Osservatorio mercato del lavoro Cna, a maggio hanno fatto segnare un +0,8% per quanto riguarda il numero di occupati. Un dato molto significativo, che arriva dopo un periodo comunque positivo, con l’occupazione che continua ad aumentare, anche se a tassi inferiori.

Occupazione in salita

Da quando il Centro Studi dell’Osservatorio mercato del lavoro Cna raccoglie i dati sull’occupazione (gennaio 2016), il risultato di maggio 2017 è uno dei migliori di sempre. Ricordiamo che la ricerca portata avanti dall’Osservatorio mercato del lavoro Cna è effettuata su 20.500 imprese artigiane che danno lavoro a circa 135mila persone.

Come detto, a maggio 2017 il tasso di occupazione è salito dello 0,8% rispetto ad aprile dello stesso anno, mentre confrontando il risultato con maggio 2016 si ha un aumento del 3,8%. Il dato diventa ancora più interessante se prendiamo come riferimento dicembre 2014: in questo caso la crescita è poco inferiore al 10%, segnale che le PMI hanno bisogno di personale e che con i giusti aiuti statali assumono velocemente.

Quali contratti vengono usati dalle aziende

Andando ad analizzare il numero di assunzioni, nell’ultimo anno sono aumentate del 38,3%. Ma nello stesso periodo sono cresciute del 28,1% anche le cessazioni di contratto. Per quanto riguarda le tipologie di contratto utilizzate dalle piccole e medie imprese, l’indeterminato ha visto una crescita del 13,5% (grazie soprattutto a Garanzia Giovani), il determinato un aumento del 25,7%, mentre l’apprendistato è cresciuto ben del 42%.

PMI, il numero di persone occupate continua ad aumentare