PMI e startup innovative: i requisiti per ricevere i finanziamenti

Ricevere finanziamenti statali, regionali o europei per le PMI innovative e le startup è fondamentale per far partire nuovi progetti: ecco i requisiti da rispettare

Grazie ai finanziamenti dei bandi statali o regionali sono sempre di più le startup innovative o le PMI che hanno beneficiato del credito degli enti governativi per riuscire a portare avanti le loro idee. La maggior parte dei finanziamenti proviene del progetto Orizzonte 2020, creato dall’Unione Europea per finanziare tutti i progetti inerenti l’Industria 4.0 e la trasformazione del modello produttivo. Per poter ricevere le agevolazioni, però, si devono rispettare dei requisiti che certificano la natura di PMI innovativa.

Quali sono i requisiti per essere una PMI innovativa

Come spiegato nella Circolare 3696 del Ministero dello Sviluppo Economico le startup e le PMI possono effettuare la registrazione alle sezione speciale dedicata all’innovazione del Registro delle Imprese solo nel caso in cui rispettino alcuni requisiti. Ad esempio devono rappresentare società di capitali o cooperative con azioni di capitale sociale non quotate in borsa; essere nate da meno di 5 anni (60 mesi); avere una produzione annua inferiore ai 5 milioni di euro e non devono distribuire gli utili.

Residenti in Italia

Inoltre, per ricevere i finanziamenti statali o europei, le aziende devono risiedere in Italia, in uno degli Stati membri dell’Unione Europea o entro i confini dei Paesi aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo. Infine, l’oggetto sociale della piccola e media impresa deve essere la produzione e la vendita di merci o servizi ad alto valore tecnologico e innovativo. Per verificare se il requisito della residenza è rispettato basta controllare il Registro delle Imprese, mentre nel secondo caso l’azienda è obbligata ad autocertificare la propria natura e a creare un sito web.

Deroghe e bilancio

Per alcuni casi particolari è possibile richiedere delle deroghe e rispettare i requisiti solo in un secondo momento. Ad esempio la mancanza di un bilancio certificato che può essere risolta tramite il ravvedimento operoso. Inoltre, le PMI sono obbligate ogni anno a presentare i documenti e l’auto certificazione per avere il titolo di “innovative”. In caso contrario si può essere cancellati dal Registro delle Imprese.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

PMI e startup innovative: i requisiti per ricevere i finanziament...