PMI, dall’Unione Europea finanziamenti per 625 milioni di euro

La Commissione Europea ha finanziato il PON Imprese e competitività 2014-2020 con altri 625 milioni di euro: a beneficiarne soprattutto le PMI del Mezzogiorno

La crescita dell’economia italiana del 2017 è stata sostenuta anche dai tanti finanziamenti messi a disposizione dal Governo, dalle Regioni e dall’Unione Europea. Se da un lato la crescita economica ha permesso all’Italia di ripartire, dall’altro ha aumentato ancora di più le diseguaglianze tra il Nord e il Sud del Paese. Nell’ottica di diminuire questa diseguaglianza la Commissione Europea ha approvato nel 2015 il Programma Operativo Nazionale (PON) Imprese e Competitività 2014-2020, dotandolo di 2,3 miliardi di euro. L’obiettivo era di finanziare i progetti delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno e di far ripartire l’economia italiana. E nei primi due anni il Pon ha dato dei risultati più che positivi. Ma ora è necessario dare una svolta al sistema Italia e la Commissione Europea ha deciso di finanziare il programma con ulteriore 625 milioni di euro.

Che cosa è il Programma Operativo Nazionale (PON) Imprese e Competitività 2014-2020

Con i 2,3 miliardi messi a disposizione (che diventano quasi 3 miliardi con gli ultimi 625 milioni di euro messi a disposizione), la Commissione Europea ha l’obiettivo di aumentare gli investimenti effettuati dalle PMI nelle Regioni del Mezzogiorno che maggiormente hanno sofferto la crisi economica: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia. Entro il 2020 il peso del manifatturiero sul PIL europeo deve passare dall’attuale 15,1% al 20% e gli investimenti fatti in Italia hanno un’importanza fondamentale.

A cosa servono gli ulteriori 625 milioni di euro

I 625 milioni di euro che arriveranno dalla Commissione Europea saranno utilizzati per diversi scopi. In primis per finanziare la ricerca e lo sviluppo tecnologico delle PMI italiane (con investimenti mirati nel settore dell’ICT). Inoltre, il finanziamento dovrà servire per migliorare la competitività e per diminuire l’emissione di sostanze nocive. Dei 625 milioni di euro, 338 milioni saranno destinati a migliorare la competitività e andranno ad arricchire il PON “Iniziativa PMI” (220 milioni di euro). Altri 287 milioni di euro saranno dedicati al finanziamento di progetti innovativi: 49 milioni saranno riservati alle regioni del Nord, mentre i restanti 238 milioni andranno a quelle del Mezzogiorno.

PMI, dall’Unione Europea finanziamenti per 625 milioni di euro