PMI, dalla Regione Sardegna un nuovo fondo per accesso al credito

La Giunta regionale sarda ha deliberato delle misure a sostegno delle imprese artigiane per favorire l’accesso al credito, anche per l’acquisto di macchinari in leasing

Le prime a soffrire la crisi economica sono state le piccole imprese artigiane. Lavoratori autonomi che nella maggior parte dei casi sono stati costretti a chiudere la loro bottega e a cercare un altro lavoro per tirare avanti. Il fenomeno è stato ancora più evidente in quelle Regioni dove la crisi economica ha fatto sentire maggiormente i suoi effetti. Come ad esempio la Regione Sardegna che, nonostante la crisi sia finita, ancora non riesce a riprendersi definitivamente. Per aiutare le piccole imprese artigiane a tornare a investire e ad acquistare nuovi macchinari, la giunta regionale sarda ha deliberato delle misure a sostegno dell’accesso al credito da parte delle aziende. Uno degli effetti della crisi è proprio la difficoltà da parte delle piccole e medie imprese di ottenere prestiti da parte degli istituti di credito che nella maggior parte dei casi chiedono garanzie troppo elevate.

Cosa prevede l’aiuto economico della Regione Sardegna

La delibera approvata dalla giunta cambia le modalità operative per la concessione di contributi in conto interessi e in conto capitale e le aggiorna alle nuove disposizioni della legge di Stabilità regionale del 2018 che ha previsto la concessione del contributo in conto capitale per le operazioni di leasing. Il leasing è uno strumento finanziario con il quale un’azienda prende in “affitto” per un periodo di tempo un bene strumentale da un locatore (solitamente un’altra impresa) dietro il pagamento di un canone mensile. Alla scadenza del contratto per l’azienda che ha preso in affitto il bene c’è la possibilità di pagare la differenza e di acquistarlo. La prima misura varata dalla Regione Sardegna permette alle aziende di ricevere un contributo a fondo perduto del 10% sull’investimento fatto in locazione. La seconda misura, invece, prevede un contributo per le spese di garanzia, nel caso in cui l’investimento finanziario è stato garantito per almeno il 50% da un Confidi.

Le misure sono attive dal 1° aprile e sono gestite da Artigiancassa. La Regione Sardegna ha stanziato 6 milioni di euro per il prossimo triennio.

PMI, dalla Regione Sardegna un nuovo fondo per accesso al credito